rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
La gestione del fenomeno / Lampedusa e Linosa

Skipper egiziano scorta barcone carico di migranti fino alle acque nazionali e poi scappa

Sono 977 gli ospiti dell'hotspot di Lampedusa, 468 sono però in partenza. Ieri, con una nave appositamente dedicata ai trasferimenti e con il traghetto di linea, erano state spostate su Porto Empedocle 630 persone

Ore 20,31. Altri 167 migranti, 46 dei quali sono stati rintracciati dai militari della guardia costiera e dai carabinieri sull'isolotto di Lampione, sono giunti a Lampedusa. Salgono a 9, con un totale di 401 persone, gli approdi dalla mezzanotte. L'ultimo gruppo bloccato, dai militari della tenenza della guardia di finanza, è stato trovato a Cala Madonna: fra i 53 bengalesi, egiziani e siriani, anche una donna. Hanno riferito di essere partiti stamani, alle 7, da Zuara in Libia, pagando 5mila dinari libici o 4mila dollari. La carretta di legno, di 10 metri, è stata sequestrata. I 46, fra cui 14 donne e 3 minori, rintracciati a Lampione sono originari di Benin, Camerun, Costa d'Avorio e Guinea Konakry e sono partiti da Sfax in Tunisia alle ore 20 di venerdì scorso.

Ore 17. Altri 45 migranti, fra cui 5 donne e 1 minore, sono stati soccorsi dalla motovedetta Cp324 della guardia costiera nelle acque Sar. I militari hanno trasbordato le persone originarie di Camerun, Ciad, Congo, Mali e Guinea e hanno lasciato alla deriva il barchino di 7 metri partito da Sfax in Tunisia. I 45 dopo lo sbarco a Lampedusa sono stati portati all'hotspot di contrada Imbriacola dove, al momento, ci sono 661 ospiti, fra cui 160 minori non accompagnati.

Niente più migranti sul molo Empedoclino: 918 persone in 24 ore nell'hotspot di contrada Caos

Ore 13,40. Altri 49 migranti, fra cui 8 donne e 3 minori, sono stati soccorsi, dalla motovedetta Cp324 della guardia costiera, davanti a Lampedusa. Salgono a 4, con un totale di 189 persone, gli approdi sulla maggiore delle isole Pelagie a partire dalla mezzanotte. Gli ultimi sbarcati, originari del Benin, Burkina Faso, Camerun, Gambia, Guinea Bissau, Mali, Senegal e Togo, hanno riferito d'essere partiti da Sfax in Tunisia. Anche loro sono stati portati all'hotspot da dove sono stati trasferiti 288 ospiti che sono in viaggio, con il traghetto di linea, verso Porto Empedocle.

Ore 11,35. Cinquantaquattro migranti, su un'imbarcazione di legno salpata da Zuara in Libia, sono stati soccorsi dalla motovedetta V836 della guardia di finanza nelle acque antistanti a Lampedusa. I militari hanno appreso dai bengalesi, egiziani, etiopi e siriani già condotti a molo Favarolo che uno skipper egiziano sarebbe rientrato in Libia dopo aver scortati fino al confine con le acque italiane e dopo aver lanciato l'Sos. Secondo il racconto fornito, il gruppo è partito durante la notte fra venerdì e sabato, dopo aver pagato da 4 a 7mila dinari libici. La carretta è stata trainata in porto e posta sotto sequestro.

Ore 9,30. Sono 977 i migranti ospiti dell'hotspot di Lampedusa dove, durante la notte ci sono stati due sbarchi con una settantina di persone. Fra le persone sistemate in contrada Imbriacola anche 142 minori non accompagnati.

Ieri, sull'isola, ci sono stati 10 approdi con 446 migranti.

Per oggi, la prefettura di Agrigento, cercando di alleggerire le presenze nell'hotspot della maggiore delle isole Pelagie, ha disposto il trasferimento di 468 persone: 288 partiranno con il traghetto di linea della mattina per Porto Empedocle e 180, sempre in mattinata, con un volo Oim. Ieri, con una nave appositamente dedicata ai trasferimenti e con il traghetto di linea, erano stati spostati, su Porto Empedocle, 630 migranti.

"Abbiamo pagato 12mila euro per il viaggio dal Bangladesh fino a Zuara da dove ci siamo imbarcati": 394 migranti arrivati a Lampedusa

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Skipper egiziano scorta barcone carico di migranti fino alle acque nazionali e poi scappa

AgrigentoNotizie è in caricamento