Lunedì, 15 Luglio 2024
I riti / Porto Empedocle

San Calogero di Porto Empedocle, il prefetto: "Ho omaggiato la tradizione e la comunità che sopporta il flusso dei migranti"

Filippo Romano, assieme al sindaco Calogero Martello, in un panificio dell'Altipiano Lanterna ha gustato i panini all'anice che non vengono più gettati lungo la strada, ma calati con il paniere

"Ho voluto rendere omaggio ad una tradizione popolare antica e manifestare vicinanza ad una comunità che è fortemente interessata dalla tematica dell'immigrazione. Da Porto Empedocle passano i migranti, san Calogero è un santo nero, è un santo che esprime l'apertura dei siciliani e del popolo dei 'marinisi' nei confronti dell'altro. E in questa festa ho visto questi messaggi". Lo ha detto il prefetto di Agrigento, Filippo Romano, che non soltanto ha partecipato alla processione, ma che, assieme al sindaco Calogero Martello, si è soffermato in un panificio dell'Altipiano Lanterna per assaggiare i tradizionali panini all'anice.

Portatori o camion? L'incertezza ha regnato sovrana fino all'uscita di San Calò: processione in corso senza disordini

Processione blindata e devoti provenienti anche da oltre oceano: le immagini dell'abbraccio degli empedoclini a San Calogero

"La festa si è svolta regolarmente, la cittadinanza ha dimostrato un alto grado di civiltà, non c'è stato nessun problema, le disposizioni della Questura sono state rispettate con un rinnovato accordo fra il comitato dei portatori e la dirigente del commissariato, il vice questore Chiara Sciarabba, - ha spiegato il prefetto - . Ho omaggiato la comunità che, da un lato, ospita il flusso dei migranti, che con l'hotspot renderemo più gestibile e meno impattate sul paese, e dall'altro parte mantiene vive le tradizioni con un rinnovato spirito di civiltà e attenzione alla sicurezza". Il prefetto è rimasto piacevolmente incantato anche dalla pratica di "vedere il pane calato coi panieri, si mantiene la tradizione, ma si evita di tirarlo dal decimo piano con effetti deflagranti sulla folla" - ha concluso Romano - .

Per le 20,30 è previsto l'arrivo in piazza Cappadona, la vestizione del santo in piazza Marina e alle 21 la processione verso la chiesa Madre. Domani, alle 18,30, la nuova processione lungo le vie La Porta, Vittoria, Marconi, Roma, Garibaldi e dopo la vestizione del santo in piazza Caduti del mare, il simulacro verrà condotto al molo Crispi per i fuochi pirotecnici, quindi a mezzanotte il rientro del simulacro nella cappella di San Calogero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Calogero di Porto Empedocle, il prefetto: "Ho omaggiato la tradizione e la comunità che sopporta il flusso dei migranti"
AgrigentoNotizie è in caricamento