Venerdì, 12 Luglio 2024
Feste patronali / Porto Empedocle

Portatori o camion? L'incertezza ha regnato sovrana fino all'uscita di San Calò: processione in corso senza disordini

Gli empedoclini autorizzati dalla Questura a portare in spalla il simulacro si sono presentati in chiesa Madre. Ieri sera, la statua era stata accompagnata invece dagli organizzatori

Portatori e processione a spalla? O corteo fatto con un camion? E' regnata l'incertezza fino a poco prima dell'uscita, dalla chiesa Madre, della statua di San Calogero. I portatori, quelli autorizzati dalla Questura, alla fine si sono presentati e, lungo un percorso a dir poco blindato dalle forze dell'ordine, i festeggiamenti in onore del santo nero hanno potuto, fra una contrattazione e l'altra, svolgersi. 

Ieri sera, c'è stata molta più tensione: tre o quattro i portatori che si sono presentati e il santo è stato portato in spalla, il tragitto (dalla casa dei portuali alla chiesa Madre) era del resto breve, dagli organizzatori. Oggi, fino a prima delle ore 9, è regnata invece l'incertezza, tant'è che era stato perfino ipotizzato di utilizzare un camion per far percorrere al simulacro via La Porta, via Garibaldi e farlo arrivare fino all'Altipiano Lanterna. 

Processione di San Calogero di Porto Empedocle

A controllare l'identità di chi si è avvicendato nel portare a spalla San Calò, i poliziotti del commissariato "Frontiera" e quelli della Squadra Mobile della Questura di Agrigento. Al momento, nonostante qualche più o meno esplicita lagnanza, non ci sono disordini e la processione si sta svolgendo all'insegna della fede, del fervore e della tradizione. 

I portatori di San Calò di Porto Empedocle minacciano di far saltare la festa, il questore: "I riti ci saranno, nessuno vuole tagliare le tradizioni"

Feste patronali ed eventi, il questore: "E' la provincia più indisciplinata fra quelle dove sono stato, non serve far chiamare il politico per fare pressioni"

La Questura, esattamente per come è stato già fatto in altri paesi della provincia, aveva chiesto, nelle passate settimane, l'elenco dei nominativi e le autocertificazioni su assenza di gravi precedenti penali. Quattordici dei 90 portatori - è stato ricostruito durante la conferenza stampa tenuta dal questore Emanuele Ricifari - si sono però opposti. E si è arrivati addirittura alle minacce. Per garantire l'ordine pubblico, assicurando che la processione del santo nero si facesse all'insegna di regole e prescrizioni, è stato predisposto - e così sta avvenendo - un maxi schieramento di forze dell'ordine. Ricifari era stato, del resto, categorico: "O stanno alle regole che gli vengono richieste dalla comunità, oppure c'è l'autorità di pubblica sicurezza che gliele impone". 

San Calogero di Porto Empedocle, Ricifari: "No festa selvaggia, niente inchini davanti a case di mafiosi"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portatori o camion? L'incertezza ha regnato sovrana fino all'uscita di San Calò: processione in corso senza disordini
AgrigentoNotizie è in caricamento