rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Controlli

Ispezioni e verifiche all'ospedale "San Giovanni di Dio", carabinieri del Nas al lavoro per ore

I militari dell'Arma hanno effettuato numerosi accertamenti tanto al pronto soccorso, quanto nel resto del presidio ospedaliero di contrada Consolida

Non vi sarebbero stati motivi particolari, se non quello della prevenzione di eventuali irregolarità e illegalità, dietro l'accesso dei carabinieri del Nas di Palermo all'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento. I militari dell'Arma, ieri, per ore ed ore, hanno ispezionato sia il pronto soccorso di contrada Consolida che il resto della struttura deputata all'assistenza e cure. 

Pronto soccorso del "San Giovanni di Dio", lavori bloccati e tanto degrado

Fino ad ieri sera, in città, non si parlava d'altro. Soprattutto fra i ben informati del "mondo" sanitario agrigentino e fra quanti, per lavoro o esigenze di salute, frequentano il presidio di contrada Consolida. Stamani - cercata da AgrigentoNotizie - è arrivata la conferma ufficiale ed istituzionale. I carabinieri del nucleo Antisofisticazione e Sanità di Palermo, ieri, hanno - senza lasciare nulla al caso - effettuato numerose verifiche ed accertamenti nella struttura ospedaliera. Non filtra nulla sugli eventuali esiti del controllo che sembrerebbe avere le caratteristiche dell'ordinario accesso volto a prevenire e reprimere eventuali irregolarità. E' pur vero, comunque, che i carabinieri del Nas - così come tutte le forze dell'ordine - hanno il categorico divieto di non far trapelare indiscrezioni sugli accertamenti effettuati e sugli esiti eventualmente conseguiti. 

Appare scontato - anche se appunto mancano le conferme istituzionali - che i carabinieri del Nas non possano che essersi interessati, fra le tante cose da verificare su tutta l'intera struttura, anche del pronto soccorso (accesso incompleto, con le recinzioni ormai divelte e senza alcun cartello che indichi la conclusione dei lavori iniziati a giugno del 2021) ma anche sul percorso di visita che è stato costruito per consentire ai pazienti che effettuano il triage (che ancora oggi si realizza in una tenda) di accedere all'area di emergenza vera e propria: corridoio buio, con profondi danni provocati alle pareti da parte di utenti incivili.

La presenza dei carabinieri del nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Palermo è sistematica anche nell'Agrigentino. I militari si occupano, su "fronti" differenti, di prevenire e reprimere appunto le irregolarità e illegalità. In quest'ottica vengono sequestrati - a tutela della salute pubblica - prodotti alimentari e vengono fatti controlli mirati, ad esempio, su farmacie, parafarmacie, laboratori d'analisi, ma anche centri estestici. Ieri, e non è appunto passato inosservato, controlli e verifiche si sono concentrati anche sull'ospedale "San Giovanni di Dio".  

Prodotti ittici in cattivo stato, denunciato titolare di pescheria e sequestrati 83 chili di pescato

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ispezioni e verifiche all'ospedale "San Giovanni di Dio", carabinieri del Nas al lavoro per ore

AgrigentoNotizie è in caricamento