Martedì, 23 Luglio 2024
Decoro recuperato / Licata

Pala meccanica e netturbini al lavoro in contrada Pisciotto: rimosse le "montagne" di rifiuti ed elevate sanzioni

Il sindaco Angelo Balsamo: "Licata è tornata a risplendere grazie ad una ritrovata coesione sociale che ha portato migliaia di cittadini e decine di ditte con mezzi propri a ripulire totalmente una città rimasta nel degrado e nell’abbandono per anni"

Pala meccanica, autocompattatore e netturbini al lavoro. Contrada Pisciotto sta tornando al suo originario splendore visto che le "montagne" di rifiuti che ieri mattina hanno messo in fuga una comitiva di agrigentini sono state rimosse. E da stamattina - secondo quanto è stato riferito ad AgrigentoNotizie dal sindaco di Licata Angelo Balsamo - "è iniziato il controllo attivo dei vigili urbani che hanno già elevato le prime 4 sanzioni. Multe che sono previste da 50 a 500 euro, ma applicheremo il massimo" - garantisce il neo sindaco della città del Faro - .  Ma ad essere ripulite, in queste ore, sono anche Torre di Gaffe e la Rocca. 

"Lo sforzo profuso dall’amministrazione che ho l’onore di presiedere è stato enorme. Abbiamo trovato un territorio con rifiuti ovunque, non raccolti da mesi e scerbatura non effettuata da anni da parte della ditta che gestisce la raccolta dei rifiuti solidi urbani della nostra città. Eravamo consci della situazione difficilissima che avremmo dovuto affrontare non appena insediati e con l’estate alle porte - ha detto il sindaco Angelo Balsamo - . Nei primissimi giorni di lavoro abbiamo cambiato volto alla nostra città attivandoci con la ditta che gestisce il servizio, obbligandola a cambiare passo e a rispettare il contratto alla quale è legata e che finora è stato sempre disatteso. Ma ci siamo spinti oltre e con la collaborazione dei cittadini e di moltissime ditte abbiamo iniziato una serie di giornate civiche di pulizia straordinaria della città alla quale abbiamo restituito un decoro che non vedevamo da anni". Ed effettivamente sono innumerevoli le foto che vengono postate sui social di licatesi che si stanno mobilitando per ridare quella dignità e quel decoro che Licata sembrava, nei mesi passati, aver perso. Tant'è che agli ingressi, nel centro storico, nei quartieri periferici e in molte località balneari Licata è tornata a splendere.

"Non siamo arrivati, nostro malgrado, a risolvere le criticità in tutte le località e la ditta che gestisce il servizio, seppur sollecitata da noi ad un lavoro straordinario di eliminazione delle decine di discariche dalla stessa finora tollerate, non è riuscita a coprire il 100% del territorio. Da stanotte siamo già tornati ad eliminare le ultime criticità sul territorio. Ci siamo già attivati, cosa mai vista nei precedenti 5 anni, per il controllo attraverso telecamere nascoste e la riattivazione del sistema di videosorveglianza esistente, che ci hanno già permesso di individuare alcuni cittadini che contribuiscono alla creazione di queste discariche abusive che sono stati pesantemente multati - ha continuato a spiegare il sindaco - . La nostra azione repressiva nei confronti degli sporcaccioni e di chi non ama la nostra città, continuerà in maniera incessante così come determinata sarà la pressione e il controllo sulla ditta con lo scopo di pretendere il rispetto delle condizioni contrattuali. A brevissimo torneranno i cassonetti in tutte le zone balneari e in molte zone critiche della città, in attesa di riorganizzare il servizio di raccolta dei rifiuti e di ristabilire i termini del contratto con l’azienda che lo gestisce con i relativi loro obblighi".

Il sindaco ha tenuto a ribadire che "non risulta a questa amministrazione alcuna fuga. La domenica di mare al Pisciotto è stata goduta a pieno dai bagnanti arrivati da Licata e dai paesi limitrofi che hanno trovato un mare meraviglioso e una spiaggia pulita".

Prima domenica al mare o in mezzo ad una discarica? Bagnanti in fuga chiamano la polizia

La comitiva di agrigentini che ieri ha scelto, allontanandosi repentinamente da contrada Pisciotto, di non recarsi in spiaggia a pochi passi dalla discarica a cielo aperto non ha, evidentemente, avvisato il Comune. Ma ha chiamato la polizia per segnalare lo scempio che aveva sotto gli occhi ed ha riferito, anche ad AgrigentoNotizie oltre che alla Questura, che stavano "scappando" da quel posto che ricordavano essere incantevole e invece hanno ritrovato ricolmo di spazzatura.  

rimossa discarica contrada pisciotto licata2

"La discarica presente nella strada in prossimità della località balneare è una delle poche criticità che non siamo riusciti a risolvere nel brevissimo tempo a disposizione, ma che non inficia l’arrivo in spiaggia e il godimento della stessa. La spiaggia del Pisciotto, che tutti ci invidiano, ieri era pienissima di bagnanti - ha detto il sindaco - . Licata è tornata a risplendere grazie ad una ritrovata coesione sociale che ha portato migliaia di cittadini e decine di ditte con mezzi propri a ripulire totalmente una città rimasta nel degrado e nell’abbandono per anni. Abbiamo promesso che sarebbe stato il primo atto e stiamo proseguendo, consci che al nostro fianco una città viva e dinamica potrà tornare ad essere in pochissimo tempo il centro turistico della provincia di Agrigento che tutti auspichiamo. Licata è una città bellissima, con un mare e delle spiagge che tutta la Sicilia ci invidia, con una storia incredibile alle spalle; siamo la città dello sbarco alleato, di Rosa Balistreri, del Liberty di Ernesto Basile, del secondo faro più alto d’Italia, del gambero rosso e della triglia di Licata, di Pino Cuttaia, di Filippo Re Capriata inventore della trasmissione video a distanza, dei cuntastorie, dei grandi eventi, delle pizzerie pluri premiate. Siamo pronti a vivere una grande estate, ad ospitare i turisti da tutto il mondo, come abbiamo sempre fatto e con la cordialità che ci contraddistingue - ha concluso Angelo Balsamo - . Concludo porgendo le scuse alla signora che ha denunciato la grave situazione che ieri ha trovato al Pisciotto e la reinvitiamo a tornare per verificare di persona che l'aria è stata ripulita". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pala meccanica e netturbini al lavoro in contrada Pisciotto: rimosse le "montagne" di rifiuti ed elevate sanzioni
AgrigentoNotizie è in caricamento