rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024

Prima domenica al mare o in mezzo ad una discarica? Bagnanti in fuga chiamano la polizia

Indignazione e riprovazione per quanti, arrivati dall'hinterland e dunque non consapevoli delle condizioni di contrada Pisciotto, hanno documentato lo scempio e allertato Questura e commissariato

Andare al mare per respirare aria pura e rilassarsi? O andare a fare un giro per discariche? E' disdicevole e insalubre il panorama che s'è presentato stamani a quanti avevano scelto Licata, e contrada Pisciotto in particolare, per trascorrere una delle prime domeniche in spiaggia. Un vero e proprio choc che ha sollevato indignazione e riprovazione nei cittadini, arrivati dall'hinterland e dunque non consapevoli delle condizioni del ciglio della strada, che anziché indossare i panni dei bagnanti sono scappati a gambe levate. Gente che ha però prima chiamato la polizia e documentando con video e foto il raccapricciante scempio. "Non è così che ricordavo contrada Pisciotto, praticamente di fronte alle case di villeggiatura" - ha detto, fra sgomento e ribrezzo, un'agrigentina - .  

spiaggia licata contrada pisciotto

"E' uno spettacolo terrificante e, adesso, con il caldo tutti questi rifiuti, una discarica a cielo aperto, non potranno che minacciare la salute pubblica" - ha aggiunto la donna - . 

spiaggia licata contrada pisciotto2

Tanti, anzi tantissimi, i cittadini - giunti in contrada Pisciotto a Licata da più punti dell'Agrigentino e del Nisseno - che prima di fare dietro front, dirigendosi verso mete più decorose, hanno chiamato la polizia per segnalare lo scempio. "Montagne" di rifiuti, di ogni genere, lungo il ciglio della strada provinciale 67 a pochissimi passi dall'arenile e dal mare. E in tarda mattinata, l'aria è risultata anche essere irrespirabile. 

Video popolari

Prima domenica al mare o in mezzo ad una discarica? Bagnanti in fuga chiamano la polizia

AgrigentoNotizie è in caricamento