rotate-mobile
L’incontro

Il messaggio natalizio del prefetto: “Ci aspettano giorni di festa con una città piena di gente, siate attenti e responsabili”

Maria Rita Cocciufa e la sua dichiarazione d’amore nei confronti del territorio: “E’ pieno di criticità ma è fatto di persone meravigliose. Nonostante tutto voglio trasmettere positività e speranza come ha già fatto l’arcivescovo in occasione dell’anniversario della strage di Ravanusa”

Felice di lavorare in un territorio che, seppur difficile e pieno di criticità, è fatto di persone meravigliose. Il prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, ha incontrato i rappresentanti delle istituzioni e i giornalisti per rivolgere gli auguri di Natale a tutta la cittadinanza. Una dichiarazione d’amore nei confronti di una terra che le ha dato e continua a darle tantissimo: “Ho voluto questo incontro - ha detto - per stare accanto a persone con cui collaboriamo quotidianamente per cercare di migliorare la vivibilità e la sicurezza di questo amato territorio. A me non piace tracciare bilanci: sono convinta che bisogna lavorare ogni giorno con lo stesso impegno.

Ci aspettano giorni di festa con tante occasioni di svago e di condivisione. La città tornerà a vivere il Natale con maggiore serenità e libertà dopo anni difficili dovuti alla pandemi. Sarà piena di turisti ma anche di gente del posto e, per questo, abbiamo concordato mirati servizi di controllo perché ci aspettiamo dei flussi davvero importanti. Ma bisogna stare attenti perché ci sono segnali inquietanti che arrivano dall’Asp: ho sentito il commissario Zappia che non mia ha lasciato tranquilla”.

Il prefetto Maria Rita Cocciufa ha rivolto anche uno sguardo all’indietro, ricordando un anno “pieno di emozioni e di impegni, un periodo in cui so è ulteriormente rafforzato il legame già fortissimo tra le istituzioni”. 

“Dobbiamo trasmettere comunque un messaggio positivo - ha concluso il prefetto - e siete voi giornalisti ad avere questo compito. Come ha già fatto l’arcivescovo Alessandro Damiano in occasione dell’anniversario della tragedia che ha colpito Ravanusa un anno fa. E’ una ferita che non si rimarginerà mai, ma la parola speranza è stata evocata e più volte ripetuta come è giusto che sia. Ecco dunque cosa mi sento di dire ai cittadini: auguro a tutti loro pace e serenità. Ed auguro anche concordia all’interno delle istituzioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il messaggio natalizio del prefetto: “Ci aspettano giorni di festa con una città piena di gente, siate attenti e responsabili”

AgrigentoNotizie è in caricamento