Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

I carabinieri intervenendo in maniera fulminea hanno scongiurando la tragedia: un nuovo femminicidio. La donna, ricoverata in ospedale, ha riportato una brutta ferita e un trauma cranico

(foto ARCHIVIO)

Litiga animatamente con la moglie e con un coltello le si scaglia contro colpendola alla tempia. La donna, con una vistosa ferita alla testa, finisce al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento.

Il marito, un 58enne già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato, stanotte, per tentato omicidio. E' accaduto tutto in un'abitazione di Raffadali dove i carabinieri sono intervenuti in maniera fulminea, scongiurando di fatto una tragedia: un nuovo femminicidio.

Tre coltellate alla moglie: donna in gravi condizioni e 59enne fermato per tentato omicidio

L'uomo è stato portato al carcere "Di Lorenzo" di Agrigento. La moglie - secondo il referto dei medici - ha riportato una brutta ferita alla tempia e un trauma cranico. Non è, per sua fortuna, in pericolo di vita. Per fortuna, inoltre, in casa non c'era il figlio della coppia. 

Stanotte, la centrale operativa del comando provinciale dell'Arma di Agrigento, tra le tante telefonate notturne, ha ricevuto anche la richiesta di intervento per una lite in famiglia. Una vicina di casa della coppia ha sentito urla e lamenti e, preoccupata, ha chiesto ai carabinieri di verificare. I militari della stazione di Raffadali, senza perdere un solo secondo, si sono precipitati nell’abitazione al centro del paese. Hanno ripetutamente, insistentemente, bussato alla porta finché un uomo, agitato, ha aperto l'uscio. "In mano, ancora sporca di sangue, aveva una penna a sfera - hanno ricostruito, ufficialmente, dal comando provinciale dell'Arma - . Ha riferito di aver litigato con la moglie e nel corso di un diverbio d'averla colpita, con la penna, alla testa" - prosegue la ricostruzione - .  I carabinieri hanno setacciato la casa dove c'erano macchie di sangue per terra. In cucina, seduta su una sedia, è stata ritrovata la donna. Aveva una vistosa ferita all’altezza della tempia sinistra, "troppo grande per essere stata causata da una penna" - hanno ricostruito i carabineri - .

Senza attendere altro tempo, i militari dell'Arma hanno controllato, in maniera accurata, tutte le stanze della casa fino a trovare un coltello di 20 centimetri sporco di sangue. "A quel punto il quadro è stato chiaro: la lite in famiglia è degenerata in una violenta aggressione" - spiegano  carabinieri - . 

IL VIDEO: Carabinieri in azione questa notte a Raffadali

Nel frattempo un’ambulanza, immediatamente allertata, ha prestato le prime cure alla donna e l'ha accompagnata in ospedale dove è stata ricoverata per essere tenuta sotto osservazione. Ha riportato infattii anche un trauma cranico. Il 58enne, come disposto dal magistrato di turno Alessandra Russo, che ha immediatamente coordinato le attività, è stato arrestato e portato in carcere. L'accusa è, appunto, tentato omicidio.

I prossimi accertamenti dei carabinieri faranno luce sul passato familiare della coppia, cercando di appurare se ci sono stati altri episodi simili di violenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

coltello e penna sfera sequestrati per tentato omicidio raffadali-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • L'omicidio di Furci Siculo, l'assassino di Lorena ai carabinieri: "Non so perché l'ho fatto"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento