rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Incidente in cantiere / Favara

Operaio finì in coma e riportò gravi danni dopo caduta dal secondo piano: assolto il datore di lavoro

Secondo il giudice "non ha commesso il fatto": la procura aveva chiesto la condanna a 6 mesi

Assoluzione per non avere commesso il fatto: il giudice monocratico Agata Anna Genna scagiona il datore di lavoro di un operaio rimasto gravemente ferito in seguito alla caduta dal secondo piano di una palazzina di Favara dove stava lavorando per la posa di alcuni tubi. Si tratta del favarese Francesco Mendolia, 74 anni.

L'incidente è avvenuto il 13 marzo del 2017, in via Montana. L’uomo, all’epoca dei fatti sessantenne, rimase gravemente ferito finendo anche in coma. Le lesioni riportate, fra cui la frattura e l’infrazione dell’acetabolo, fratture costali multiple, frattura parcellare dell’ala sacrale e la lacerazione del fegato, gli causarono danni permanenti.

Il committente dei lavori, un 72enne di Favara, ha già patteggiato la pena. Per il datore di lavoro dell'operaio, invece, il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a 6 mesi ma il giudice lo ha ritenuto estraneo ai fatti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio finì in coma e riportò gravi danni dopo caduta dal secondo piano: assolto il datore di lavoro

AgrigentoNotizie è in caricamento