Martedì, 16 Luglio 2024
L'incendio / Canicattì

Brucia l'auto di un operaio 42enne: è mistero sulle cause, avviate le indagini

Non sono stati trovati elementi o tracce utili all'attività investigativa. L'incendio che ha devastato la Renault Modus potrebbe essere stato tanto doloso, quanto accidentale

Elementi o tracce utili all'attività investigativa non ne sono stati trovati. L'incendio che ha devastato la Renault Modus, di proprietà di un operaio quarantaduenne tunisino potrebbe essere stato tanto doloso, quanto accidentale. Spetterà all'attività investigativa, già avviata dai poliziotti del commissariato di Canicattì, mettere dei punti fermi e stabilire cosa effettivamente abbia innescato la scintilla iniziale. Proprio gli agenti sono infatti intervenuti, assieme ai vigili del fuoco, in via Carlo Alberto. 

Le fiamme - quando la segnalazione è stata raccolta - avevano aggredito la parte anteriore della Renault Modus. I pompieri, idranti alla mano, hanno circoscritto e spento il rogo. I poliziotti hanno perlustrato tutta l'area circostante, ma appunto non è stato trovato nulla di utile per stabilire quale sia stata la natura dell'incendio. Scontato, rientra del resto nell'ordinario iter delle procedure investigative, che gli agenti abbiano già sentito il proprietario dell'utilitaria per capire se abbia o meno dei sospetti o se ha avuto o no dei problemi o dissidi con qualcuno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia l'auto di un operaio 42enne: è mistero sulle cause, avviate le indagini
AgrigentoNotizie è in caricamento