Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Fontanelle

Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

Il test rino-faringeo al quale è stato sottoposto l'agrigentino è stato fatto post-mortem. In primissima battuta s'era parlato di un arresto cardio-circolatorio

Il tampone rino-faringeo al quale è stato sottoposto, post-mortem, l’uomo che venerdì scorso morì nella sua abitazione a Fontanelle, ha dato esito positivo. Già da qualche giorno, Asp e Comune di Agrigento erano a conoscenza del fatto – ed è stata chiaramente subito avviata la relativa indagine epidemiologica – che quel test avesse dato esito positivo.

Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

Proprio questo decesso è quello che viene conteggiato nel report che arriva, quotidianamente, al Coc e alla Prefettura. Non viene annoverato nei dati dell’Agrigentino invece l’anziano che è morto, nei giorni scorsi, al reparto di Cardiologia del San Giovanni di Dio. Anche in questo caso, si tratta di una persona di Mussomeli, la scoperta è stata fatta post-mortem.

Il Covid-19 a Cardiologia, il primario: "Nessun focolaio, il virus è entrato dall'esterno ..."

Quando scattò l'allarme - era appunto lo scorso venerdì - nel rione di Fontanelle giunsero i vigili del fuoco e i poliziotti della sezione Volanti della Questura. Arrivarono anche i sanitari dell'Asp. Si parlò, o almeno questo venne fatto trapelare, di un arresto cardiocircolatorio quale causa della morte. L'uomo venne però, comunque, sottoposto all'esito del tampone post mortem. E il test è risultato essere positivo. Il momento della chiarezza, da parte degli organi istituzionalmente preposti, è arrivato solo ieri.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

AgrigentoNotizie è in caricamento