rotate-mobile
Cronaca Menfi

"Urina sul dondolo della veranda e minacce", due condanne

Il fatto è stato svelato tramite delle telecamere di video sorveglianza

Ha trovato l’urina sul dondolo della veranda, ed è stato anche minacciato. Insospettito ha piazzato delle telecamere di sorveglianza fuori dalla sua abitazione, ed ha pizzicato i responsabili. Secondo una sentenza emessa dal giudice monocratico del tribunale di Sciacca, la responsabile del gesto sarebbe stata la cognata.

La donna avrebbe agito insieme al marito, entrambi sono stati condannati. Secondo quanto riferito dall’edizione odierna del Giornale di Sicilia, si tratta di Gaspare Di Giovanna, 60enne e della moglie Domenica Sansone. L’uomo è stato condannato ad un mese di reclusione con pena sospesa per minacce nel confronti del fratello. La donna dovrà pagare l’ammenda di 216 euro per la vicenda dell’urina sul dondolo. Il giudice monocratico del tribunale di Sciacca, Fabio Passalacqua, ha disposto anche un risarcimento civile di 1000. La parte civile è stata rappresentata dall’avvocato Leonardo Gagliano, mentre i due imputati erano difesi dall’avvocato Peppino Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Urina sul dondolo della veranda e minacce", due condanne

AgrigentoNotizie è in caricamento