rotate-mobile
L'intervento / Realmonte

Brucia l'auto di un impiegato quarantenne, è stato un avvertimento? Aperta un'inchiesta

I militari dell’Arma, come sempre avviene in casi di questo genere, hanno già sentito il proprietario della vettura

Brucia auto di grossa cilindrata, di proprietà di un impiegato quarantenne, lasciata parcheggiata nei pressi di via Recinto. Le fiamme, nella notte fra venerdì e sabato, sono state domate dai vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento. E sul posto, in una manciata di minuti, sono accorsi anche i carabinieri che si stanno già occupando dell’attività investigativa.

Le cause della scintilla iniziale non sono risultate chiare. Informalmente, gli investigatori parlavano, ancora ieri, di “cause in corso d’accertamento”. L’ipotesi investigativa privilegiata è però – e non sembrerebbero esserci dubbi – quella dolosa.

I militari dell’Arma, come sempre avviene in casi di questo genere, hanno già sentito il proprietario della vettura, un impiegato quarantenne. Non filtrano indiscrezioni sulle dichiarazioni dell’uomo e quindi non è chiaro se il quarantenne, residente a Realmonte, possa aver avuto o meno, nel recente passato, dei dissidi o delle diatribe con qualcuno, sia per motivi personali che lavorativi. Scontato – anche se mancano conferme istituzionali al riguardo – che i carabinieri abbiano già verificato l’eventuale presenza di impianti di videosorveglianza posti nella zona dove è divampato – alle ore 3 circa – l’incendio.

Realmonte non è un paese dove sistematicamente si registrano incendi di auto. Ecco perché, in centro, nelle ultime ore, non si parlava d’altro. L’ultimo, in ordine di tempo, rogo – ma registratosi fra Porto Empedocle e Realmonte – risale all’inizio dello scorso agosto. Allora, una Lancia Y, una Fiat Panda e una Fiat 600 furono distrutte da un rogo che si sviluppò di fronte allo stabilimento balneare “Kaeso”. Anche allora le cause non risultarono essere chiare. Delle indagini si stanno ancora occupando i carabinieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia l'auto di un impiegato quarantenne, è stato un avvertimento? Aperta un'inchiesta

AgrigentoNotizie è in caricamento