rotate-mobile
Raggiri on line

Pescivendolo si finge curatore fallimentare, vende auto a prezzi stracciati e sparisce coi soldi: a giudizio

Il 40enne Cristian Sgrò, già condannato per truffe analoghe, avrebbe contattato acquirenti a cui promettere l'acquisto di suv ed elettrodomestici dileguandosi poi con assegni per decine di migliaia di euro

Pescivendolo si finge curatore fallimentare e impiegato del tribunale di Genova e contatta potenziali acquirenti a cui proporre acquisti di auto, elettrodomestici e oggetti di ogni tipo a prezzi estremamente vantaggiosi. Dopo avere incassato gli assegni, infine, sparisce con decine di migliaia di euro in tasca.

Il quarantenne Cristian Sgrò, di Porto Empedocle, che ha alle spalle una precedente condanna per fatti analoghi, finisce a giudizio per l'accusa di truffa. La procura della Repubblica ha disposto la citazione a giudizio. Sgrò, che ha nominato come difensore l'avvocato Monica Malogioglio, risponde di due episodi di presunte truffe commesse fra il 2019 e l'anno scorso.

In entrambi i casi avrebbe contattato le vittime prescelte su messenger e avrebbe proposto - fingendosi impiegato della sezione fallimentare del tribunale di Genova oppure curatore fallimentare - vendite a prezzi stracciati di Jeep Compass, Fiat 500, Peugeot 3008, aspirapolvere Folletto, ferro da stiro e televisori.

Nel primo caso avrebbe ottenuto il pagamento, attraverso tre bonifici di 3.800 euro. Nel secondo di ben 14.300 mediante assegni. Al processo, in corso davanti al giudice Agata Anna Genna, è stata sentita la moglie di una delle presunte vittime (parte civile con l'assistenza dell'avvocato Grazia Marchese) che ha raccontato le fasi iniziali delle trattative telefoniche. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescivendolo si finge curatore fallimentare, vende auto a prezzi stracciati e sparisce coi soldi: a giudizio

AgrigentoNotizie è in caricamento