rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Operazione antimafia "Ianus" / Canicattì

L'alleanza della famiglia Milazzo col clan Rinzivillo: cadono alcune accuse per tre indagati

I due cugini omonimi Diego e la sorella di uno dei due, Morena, gestivano - secondo l'atto di accusa del gip e della Dda - il traffico di droga in sinergia con la cosca mafiosa: "Pienamente organici nel clan". Disposta una scarcerazione

Cadono alcune accuse per i cugini omonimi Diego Milazzo, classe 1984 e 1994, e Morena Milazzo, 37 anni, sorella del primo, tutti di Canicattì, arrestati nell'operazione "Ianus" che ha colpito al cuore Cosa nostra gelese e disarticolato gli affari dei clan che si estendevano nell'Agrigentino. 

I giudici del tribunale della libertà di Caltanissetta, pronunciandosi sull'istanza di riesame del loro difensore, l'avvocato Calogero Meli, hanno escluso alcune aggravanti e, quindi, annullato in parte l'ordinanza cautelare.

La maxi operazione della questura di Caltanissetta, ecco i nomi dei 54 destinatari delle misure cautelari

Per Diego Milazzo, classe 1984, in particolare, è stata esclusa l'aggravante dell'avere favorito l'associazione mafiosa con il traffico di droga (accusa contestata ai tre indagati) ed è stata confermata la misura cautelare degli arresti domiciliari col braccialetto elettronico.

Per il cugino di dieci anni più giovane è caduta l'aggravante mafiosa per cinque accuse di detenzione ai fini di spaccio di droga ed è stata disposta la misura cautelare dei domiciliari al posto del carcere.

Blitz Ianus, il procuratore di Caltanissetta De Luca: “Cosa nostra e Stidda collaborano perchè sono in difficoltà con lo Stato”

Per Morena Milazzo, invece, è stata esclusa la stessa aggravante per tre episodi di spaccio e sono stati confermati gli arresti domiciliari col braccialetto elettronico.

Secondo gli inquirenti i Milazzo sarebbero stati pienamente inseriti nel sodalizio criminale messo in piedi dai Rinzivillo da cui si sarebbero riforniti di cocaina per poi spacciarla nell'Agrigentino. 

Il core business di Cosa Nostra gelese: traffici di droga con gli agrigentini, di armi con i catanesi e rifornimento di "erba" per la 'Ndrangheta

Blitz "Ianus": chi sono gli agrigentini sotto inchiesta

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'alleanza della famiglia Milazzo col clan Rinzivillo: cadono alcune accuse per tre indagati

AgrigentoNotizie è in caricamento