rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Operazione Ianus / Canicattì

"Gestiva le serre e i depositi di cannabis per il clan": cade aggravante mafiosa per un indagato ma resta in carcere

Il tribunale del riesame esclude il favoreggiamento della cosca e conferma la custodia cautelare per un trentaduenne

Cade l'aggravante dell'avere favorito l'associazione mafiosa ma resta in carcere: i giudici del tribunale della libertà di Caltanissetta, accogliendo in parte l'istanza di riesame dell'avvocato Calogero Lo Giudice, hanno rivisto in parte l'ordinanza emessa dal gip nei confronti del trentaduenne Marius Vasile Martin, rumeno di origine, residente a Canicattì, arrestato nell'operazione "Ianus" che ha colpito al cuore Cosa nostra gelese e disarticolato gli affari dei clan che si estendevano nell'Agrigentino. 

Blitz Ianus, il procuratore di Caltanissetta De Luca: “Cosa nostra e Stidda collaborano perchè sono in difficoltà con lo Stato”

Gli inquirenti, in particolare, gli contestano di avere gestito, per conto del clan che alimentava le proprie casse col narcotraffico, le serre e i depositi di cannabis. Martin, negli anni scorsi, è stato condannato a 4 anni e 4 mesi nell'inchiesta sulle intimidazioni a un'avvocatessa di Caltanissetta, alla quale, nella circostanza, furono incendiate due auto e la tettoia dell'abitazione. 

Il core business di Cosa Nostra gelese: traffici di droga con gli agrigentini, di armi con i catanesi e rifornimento di "erba" per la 'Ndrangheta

Blitz "Ianus": chi sono gli agrigentini sotto inchiesta

L'indagine, fra il 2019 e il 2021, ha permesso di far emergere per i 72 indagati, una decina dei quali agrigentini, reati come associazione di tipo mafioso, intestazione fittizia di beni, estorsione e traffico di sostanze stupefacenti. Ipotesi aggravate dalla disponibilità, in capo agli associati, di armi (anche da guerra) ed esplosivi.

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gestiva le serre e i depositi di cannabis per il clan": cade aggravante mafiosa per un indagato ma resta in carcere

AgrigentoNotizie è in caricamento