rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Lampedusa e Linosa

Abusivismo edile, ruspe in azione a Lampedusa: è presente anche il procuratore Patronaggio

E' una villetta, su un unico piano, la prima casa che sta per essere demolita a cala Galera, all'interno della riserva naturale gestita da Legambiente

E' una villetta, su un unico piano, tipo "dammuso", la prima casa abusiva che sta per essere demolita. Ruspe e forze dell'ordine sono già a cala Galera, all'interno della riserva naturale gestita da Legambiente. A Lampedusa è presente, per quello che sarà un risultato storico: l'avvio delle demolizioni degli immobili abusivi, anche il procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio.

Ecco il piano delle demolizioni stilato dalla Procura 

Proprio Patronaggio, assieme all'allora sindaco Giusi Nicolini, nel marzo del 2017 sottoscrissero il protocollo d'intesa per le demolizioni dei manufatti abusivi. Le sentenze passate in giudicato, per abusivismo edilizio a Lampedusa, sono 54. In molti casi, non si tratta però di interi immobili da radere al suolo, ma - soprattutto in centro urbano - di piccoli abusi. Una ventina i provvedimenti di demolizione notificati negli scorsi giorni. Alcuni degli ormai ex proprietari hanno già deciso, pare, di procedere autonomamente. Altri invece riceveranno la "visita" delle ruspe dell'impresa che s'è appaltata i lavori. 

Al via le demolizioni a Lampedusa

IL VIDEO. Le demolizioni prendono il via da cala Galera 

Nell'area della riserva Isola dei Conigli, la Procura di Agrigento e le forze dell'ordine - grande il presidio della polizia di Stato - hanno preso possesso di tre villette: sono quelle che verranno demolite nei prossimi giorni. Una, però, avrebbe già fatto ricorso e dunque sarà necessario attendere e capire se verrà accettata o meno la sospensiva. Soltanto per una forse si procederà con l'autodemolizione.

Le ruspe sono comunque già in azione: si sta radendo al suolo, appunto, l'immobile tipo "dammuso" con annessa tettoia e un altro piccolo manufatto. 

Abusivismo edile, arrivano le ruspe anche a Lampedusa: notificati una ventina di provvedimenti di demolizione

Le demolizioni sono state avviate dall’amministrazione comunale in ottemperanza ai provvedimenti esecutivi emessi dalla Procura della Repubblica di Agrigento. Alle operazioni, oltre al procuratore capo Luigi Patronaggio, sta presenziando anche il vicario del questore Giuseppe Peritore. La mappatura degli immobili da abbattere è stata realizzata dalla stazione dei carabinieri di Lampedusa. E oltre ai militari dell'Arma sono presenti, a cala Galera, anche gli agenti della polizia di Stato e la Guardia di finanza, tutti al comando di un funzionario della Questura che si sta occupando del dispositivo di ordine e sicurezza pubblica predisposto dal questore dopo quanto è stato deciso - durante un comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica - dal prefetto di Agrigento Dario Caputo.

Demolizione Lampedusa, Zanna di Legambiente: "Ripristinata l'integrità ambientale"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusivismo edile, ruspe in azione a Lampedusa: è presente anche il procuratore Patronaggio

AgrigentoNotizie è in caricamento