Martedì, 23 Luglio 2024
Cronaca Santo Stefano Quisquina

La tragedia di Santo Stefano, si torna a pregare all'Eremo di Santa Rosalia

La comunità torna ad invocare l'aiuto di Dio affinché la piccina, l'unica sopravvissuta all'incidente di contrada Contuberna, si salvi

Santo Stefano Quisquina prega. Non ha mai smesso di pregare per la piccola sopravvissuta all'incidente di contrada Contuberna, ma oggi - all'Eremo di Santa Rosalia - durante la santa messa celebrata per la patrona della cittadina, i parroci del paese hanno rivolto una nuova, accorata, preghiera affinché la bambina di 7 anni si salvi. 

Fiaccolata silenziosa e veglia di preghiera per la piccina 

I festeggiamenti in onore di Santa Rosalia avrebbero dovuto svolgersi - erano stati già organizzati - domenica scorsa, prima domenica del mese. La comunità ecclesiale e il comitato Pro festeggiamenti Santa Rosalia di Santo Stefano Quisquina hanno deciso - visto la tragedia verificatasi sulla "Corleonese-Agrigentina" - di farli slittare, in segno di solidarietà, a fine mese.

 Il cardinale: "Una preghiera affinché la piccina si salvi"

Come da tradizione, oggi viene celebrata la santa messa all'Eremo di Santa Rosalia. E tutta la comunità ha continuato a pregare. Le condizioni della piccina - ricoverata, e tenuta in coma farmacologico, all'ospedale dei Bambini di Palermo - restano stazionarie nella loro gravità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tragedia di Santo Stefano, si torna a pregare all'Eremo di Santa Rosalia
AgrigentoNotizie è in caricamento