Sabato, 13 Luglio 2024
Guardia di finanza

Prestigioso incarico per il generale Gibilaro: l'agrigentino a capo del comando interregionale dell'Italia centrale

L'alto ufficiale delle Fiamme Gialle, con tre lauree, ha alle spalle ruoli di rilievo in tutti i settori del corpo

Il generale agrigentino Ignazio Gibilaro è il nuovo comandante interregionale della Guardia di finanza dell’Italia centrale. Sessantadue anni, sposato con due figli, subentra a Bruno Buratti.

La cerimonia di avvicendamento nella carica si è tenuta oggi alla presenza del comandante generale della Guardia di finanza, Andrea De Gennaro, nello storico Forte Aurelia, all’interno della caserma Cefalonia Corfù di Roma, in via Aurelia Antica.

Gibilaro è entrato in Accademia nel 1980 e ha ricoperto, nel corso della carriera, incarichi operativi e di stato maggiore in tutti i settori che caratterizzano la vita del Corpo: è stato responsabile di prestigiose unità operative/investigative nell’ambito dei Nuclei di Polizia Tributaria di Torino, Milano, Roma, Palermo, dove è stato per 4 anni, nel grado di Capitano, un diretto collaboratore di Giovanni Falcone, quale responsabile di una squadra di investigatori del Nucleo Regionale di Polizia Tributaria, operante alle dipendenze del “Pool antimafia dell’Ufficio Istruzione del T ribunale di Palermo”, per l’esecuzione di indagini bancarie e societarie i cui esiti sono confluiti nei "maxi-processi a Cosa Nostra"; ha retto i comandi provinciali di Trapani, Catania e Roma, nonché il comando regionale Sicilia; ha comandato il GICO (Gruppo Investigativo Criminalità Organizzata) di Firenze e, successivamente, lo SCICO (Servizio Centrale Investigazioni Criminalità Organizzata).

Ha prestato servizio nel primo reparto "Personale" del comando generale e ha frequentato il ventiseiesimo corso superiore di polizia tributaria. In seguito alla promozione al grado di generale di Corpo d’armata nel 2019, ha guidato dal marzo 2019 al maggio 2022 il comando interregionale dell’Italia Meridionale e, dal giugno 2022 al settembre 2023, il Comando Aeronavale Centrale, da cui dipendono le maggiori unità navali e aeree del Corpo impegnate nel contrasto ai traffici illeciti nel Mediterraneo, nonché in operazioni di soccorso e protezione civile in scenari nazionali e internazionali.

E’ laureato in Giurisprudenza, in Scienze internazionali e diplomatiche e in Scienze della sicurezza economico finanziaria. Ha svolto, inoltre, attività di insegnamento presso l’accademia, la scuola di polizia tributaria della Guardia di finanza, nonché nell’ambito del corso di laurea magistrale in "Economia delle amministrazioni pubbliche" dell’università di Catania.

L'intervento del deputato Ida Carmina (M5s): "Un ulteriore riconoscimento alle sue qualità"

“Conosco da sempre, dai tempi di gioventù’, nel periodo d’ oro di Porto Empedocle, fervente di attività culturali e punta avanzata dello sviluppo economico e sociale della provincia, il Generale Ignazio Gibilaro, che nell’arco della sua lunghissima carriera, partita dall’Accademia ha dimostrato sempre professionalità, capacità e rispetto delle Istituzioni. Adesso questa nuova nomina, che rappresenta, all’interno della Guardia di Finanza, un ulteriore riconoscimento alle sue qualità umane e professionali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prestigioso incarico per il generale Gibilaro: l'agrigentino a capo del comando interregionale dell'Italia centrale
AgrigentoNotizie è in caricamento