rotate-mobile
Piromani / Caltabellotta

Le indagini sul maxi incendio di Caltabellotta con oltre 180 animali rimasti uccisi e quasi 200 ettari in fumo: accertato il dolo

La segnalazione della forestale ha fatto scattare l'indagine della procura di Sciacca che ritiene si sia trattato di un gesto volontario. Gara di solidarietà per il proprietario del gregge

L'incendio che fra il 18 e il 19 luglio ha distrutto circa 180 ettari di macchia mediterranea e ucciso 180 pecore è stato doloso. E' la conclusione alla quale sarebbe giunta la procura della Repubblica di Sciacca che ha avviato un'inchiesta dopo la relazione di servizio del corpo forestale intervenuto per spegnere le fiamme. Il bilancio è più grave di quanto era apparso nelle ore successive. 

L'inferno di Caltabellotta: l'incendio uccide 100 pecore e incenerisce 3mila alberi di ulivo

Delle operazioni di spegnimento si sono occupati anche i vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento e quelli del distaccamento di Sciacca, oltre al corpo forestale regionale del distaccamento di Sambuca di Sicilia, supportati da due canadair e altrettanti elicotteri della Forestale. 

Fronte di fuoco di 700 metri minaccia il bosco, due canadair e altrettanti elicotteri al lavoro

Le indagini, partite nell'immediatezza, hanno consentito di mettere subito un primo punto fermo accertando che si è trattato di un gesto volontario. L'inchiesta prosegue per individuare i responsabili. 

Intanto è una vera e propria gara di solidarietà quella che è stata avviata a favore dell'imprenditore agricolo Paolo Marsala che, nel rogo ha perso un intero gregge avendone un grave danno economico. Gli amici di sempre hanno deciso di aiutarlo.

Lo hanno fatto promuovendo una raccolta di fondi per provare a sostenerlo nella difficile fase della ripartenza. L'operazione avviene online, attraverso la piattaforma Gofundme. L'obiettivo che si conta di centrare è di 30 mila euro. Di questa somma al momento è stata incamerata poco più della metà. "Paolo è una persona onesta e laboriosa, merita il nostro sostegno", dice Salvatore Roncone, avvocato, amico dell'imprenditore.
    

(Aggiornato alle 13)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le indagini sul maxi incendio di Caltabellotta con oltre 180 animali rimasti uccisi e quasi 200 ettari in fumo: accertato il dolo

AgrigentoNotizie è in caricamento