menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Rapinatori scatenati: il benzinaio è stato strattonato e trascinato per i capelli

Il delinquente che, pistola in pugno, ha agito non era da solo: ad attenderlo - in macchina - c'era un complice

Il benzinaio è stato anche strattonato, preso per i capelli e trascinato fino agli uffici. Arraffato il bottino – ieri si parlava di circa due mila euro – il rapinatore è tornato sui suoi passi e s’è diretto verso un’autovettura dove ad attenderlo, con tanto di motore acceso, c’era un complice. Con il passare delle ore emergono questi dettagli sulla rapina messa a segno ieri mattina al distributore di carburante di viale Emporium: fra il Villaggio Peruzzo e San Leone. Ad agire un delinquente, armato di pistola e con il volto coperto dal giubbotto con cappuccio. Il malvivente è entrato in azione alle 7 circa, nel momento in cui venivano prelevati – da parte dell’addetto del distributore – i soldi dai distributori automatici. 

Armato di pistola rapina distributore di carburante: è il terzo colpo in tre giorni 

Delle ricerche dei malviventi si sono occupate le pattuglie della sezione Volanti e gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento. La rapina a mano armata effettuata ieri mattina ha lo stesso, identico, modus operandi di quella messa a segno martedì mattina ai danni di un altro distributore di carburante, quello di Nuara, lungo la strada statale 189, fra Agrigento ed Aragona. Anche allora, i delinquenti – che però erano tre – riuscirono, dietro la minaccia, a farsi consegnare i soldi che erano stati prelevati dalle colonnine dei distributori automatici di carburante. Poi, fuggirono – e riuscirono, appunto, a far perdere le loro tracce - con una Fiat Punto.

Rapina a mano armata alla banca Carige: portati via 9 mila euro 

Nella tarda mattinata di mercoledì è stata, però, rapinata anche la banca Carige di piazza Ugo La Malfa: 9 mila euro in questo caso il bottino. Due criminali – verosimilmente non agrigentini – che entrarono in azione all’istituto di credito.

Maschere di Carnevale e pistola in pugno: rapinato un supermercato

E’ stata sempre la stessa mano a colpire? Non ci sono certezze investigative, ma l’ipotesi sembra essere quella privilegiata. Sia perché torna sempre l’utilizzo di una pistola, sia perché i malviventi sono almeno in due. Le telecamere del sistema di video sorveglianza del distributore di carburante di viale Emporium pare che abbiano ripreso tutto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Solidarietà all'Arma dei carabinieri, bandiere a mezz'asta al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento