rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Tribunale / Fontanelle

"Si è appropriato dei soldi del condominio di cui era amministratore": 43enne a giudizio

Secondo l'accusa, l'agrigentino ha fatto sparire 27 mila euro, tra quote e anticipi versati dai residenti del palazzo

Appropriazione indebita aggravata. E' per questa ipotesi di reato che un amministratore di condominio quarantatreenne è finito a processo. Lo ha disposto il pm della Procura di Agrigento, Gianluca Caputo, a conclusione dell'inchiesta. All'agrigentino è stato notificato infatti il decreto di citazione a giudizio. 

Secondo l'accusa, l'amministratore di condominio si sarebbe appropriato di 27 mila euro, tra quote e anticipi versati dai residenti del palazzo. Soldi che avrebbe utilizzato per scopi e spese personali.Fatti che risalgono agli inizi del 2020. 

L'inchiesta ha preso il via dopo la denuncia di alcuni abitanti del palazzo di Fontanelle di cui l'uomo era appunto amministratore di condominio, motivo per il quale poteva operare grazie ad una delega. E con quella delega, il quarantatreenne avrebbe fatto tre prelievi: 10 mila euro, 3.915 euro e 13.307 euro. 

La prima udienza del processo è stata fissata il prossimo 19 settembre davanti il giudice monocratico Sciarrotta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si è appropriato dei soldi del condominio di cui era amministratore": 43enne a giudizio

AgrigentoNotizie è in caricamento