Venerdì, 19 Luglio 2024
Nuovo caso

Affitta una villetta in Toscana per l'ultima settimana di ferie, quando arriva sul posto la scoperta: la casa non esiste

La cinquantottenne, al rientro, ha formalizzato una denuncia alla polizia che ha avviato le indagini per cercare di stanare chi le ha fatto perdere oltre 1.500 euro

Voleva, e da tempo, fare una vacanza in Toscana. Con l'ultima settimana di ferie a disposizione, spulciando sui vari siti internet ha trovato quello che pensava facesse per lei: una villetta in mezzo al verde, a pochi passi da luoghi rinomati in tutto il mondo. Senza pensarci due volte, l'agrigentina cinquantottenne ha, dopo neanche tanta contrattazione, bloccato la villetta per una settimana. E lo ha fatto con un bonifico di 1.500 euro. 

Entusiasta, ha fatto i biglietti prima, le valigie dopo e qualche giorno appresso è partita verso il luogo d'incanto. Il viaggio tanto desiderato si era finalmente concretizzato. Non restava che goderselo. Dall'aeroporto, indirizzo alla mano, s'è fatta accompagnare nella rinomata località dove, però, la villetta affittata per una settimana non c'era. Mai esistita né nell'esatto punto dell'indirizzo, né - temendo che avessero sbagliato a localizzare - nei paraggi. L'agrigentina cinquantottenne è stata frodata. Il sito internet, seppur con un nome simile ad un molto conosciuto in tema di viaggi, è risultato essere farlocco.  E il suo viaggio è stato un gigantesco buco nell'acqua, contrassegnato da rabbia, stress e dispendio economico. 

La donna, al rientro, ha formalizzato una denuncia, a carico di ignoti, alla polizia. Gli agenti hanno subito avviato le indagini per cercare di stanare chi le ha fatto perdere oltre 1.500 euro e rovinato l'ultima settimana di ferie con un'esperienza che difficilmente potrà mai dimenticare. Non è escluso che il fascicolo possa passare alla Postale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affitta una villetta in Toscana per l'ultima settimana di ferie, quando arriva sul posto la scoperta: la casa non esiste
AgrigentoNotizie è in caricamento