menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una pattuglia di carabinieri

Una pattuglia di carabinieri

"Provocano una rissa al pronto soccorso", quattro agricoltori arrestati

Sarebbero venuti alle mani per dissidi di natura privata. Il tafferuglio in ospedale sarebbe stato la prosecuzione di una lite iniziata in un magazzino ortofrutticolo

Rissa aggravata, lesioni personali aggravate e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere. E' per queste ipotesi di reato che i carabinieri della stazione e quelli del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Licata, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato, in flagranza di reato, quattro persone. Si tratta dei braccianti agricoli licatesi: Gaspare e Calogero Marchì, rispettivamente di 45 e 27 anni, e Calogero e Francesco Fraccica, rispettivamente di 52 e 26 anni.  

I carabinieri, dopo la segnalazione di un passante, sono intervenuti al pronto soccorso dell'ospedale “San Giacomo d’Altopasso”, dove "accertavano che i quattro licatesi - ricostruiscono ufficialmente i militari dell'Arma - verosimilmente in prosecuzione a dissidi di natura privata, scaturiti poco prima per futili motivi in un magazzino ortofrutticolo, avevano dato luogo ad una violenta colluttazione, proprio all’interno dei locali del nosocomio".

Dopo essere stati bloccati e calmati dai carabinieri, i quattro agricoltori sono stati sottoposti a controlli e cure mediche. Sono stati giudicati guaribili in pochi giorni di prognosi. Portati in caserma, sono stati arrestati. I militari hanno sequestrato un bastone in legno di 120 centimentri di lunghezza, utilizzato nel corso della rissa. 

Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati accompagnati nelle rispettive abitazioni dove dovranno restare - secondo quanto è stato disposto dal sostituto procuratore di turno - in regime di arresti domiciliari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento