LicataNotizie

Fiamme al portone dell'abitazione di una casalinga, aperta un'inchiesta

Non è escluso, secondo le prime battute investigative, che quell’incendio possa essere stato anche un raid vandalico, magari ad opera di qualche gruppetto di giovani scalmanati. Così come gli investigatori non escludono un’ipotetica vendetta

(foto ARCHIVIO)

Senza essere visti, né tantomeno sentiti sono riusciti ad appiccare l’incendio al portone dell’abitazione di una casalinga di mezza età. E’ accaduto, nella notte fra venerdì e ieri, in via Monfalcone a Licata. Per mettere tutto in sicurezza, spegnendo naturalmente le fiamme, sono dovuti intervenire i vigili del fuoco del distaccamento cittadino. Sul posto, anche la polizia di Stato.

Incendiato il portone di casa di un imprenditore, aperta un'inchiesta

Gli agenti del locale commissariato hanno già avviato le indagini e, ieri mattina, mantenevano uno stretto – anzi categorico – riserbo. Non è escluso, ma non ci sono conferme istituzionali al riguardo, che i poliziotti del commissariato di Licata abbiano verificato se, nella zona, siano o meno presenti delle telecamere di video sorveglianza, sia pubbliche che private. Grandi e silenziosi “occhi” che potrebbero, qualora appunto presenti, indirizzare l’attività investigativa degli agenti. Non sarà semplice, certo. Ma poliziotti e vigili del fuoco, ieri, non sembravano avere dubbi sulla matrice del rogo. Una matrice che dovrebbe essere dolosa. I danni al portone non dovrebbero essere particolarmente gravi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fiamme al portone di casa di un marinaio, avviate le indagini 

Appare probabile – naturalmente per fare immediatamente chiarezza e mettere dei punti fermi nell’inchiesta su quello che sembrerebbe essere un gesto inquietante – che i poliziotti possano aver già sentito anche i residenti della zona. Non filtrano indiscrezioni, però, al riguardo. Non è escluso, secondo le prime battute investigative, che quell’incendio possa essere stato anche un raid vandalico, magari ad opera di qualche gruppetto di giovani scalmanati. Così come gli investigatori non escludono un’ipotetica vendetta. Servirà, chiaramente, del tempo per far progredire le indagini e per indirizzarle su un’unica pista investigativa.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • L'ultimo bagno della stagione si trasforma in tragedia: annegato un turista 51enne

  • Coronavirus: 17 positivi in provincia, ci sono pure 6 alunni e 2 insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento