Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Raffadali

L'operazione antidroga a Raffadali, le intercettazioni: "Lasciala questa che non è nemmeno buona .. perché ti devi prendere schifezze"

Nonostante gli indagati utilizzassero spesso un linguaggio criptico, ci sono - secondo quanto emerge dall'ordinanza di custodia cautelare - delle conversazioni che risulterebbero inequivocabili. Dialoghi in cui si parla esplicitamente di "grammi", soldi e imminenti rifornimenti di "roba". Ma anche del reddito di cittadinanza

"Aspettate un attimo che prendo i soldi e andiamo via. .... Ho gli ultimi 20 grammi.  ... Metti che ci faccio 800 più 400 sono 1.200. ... Si ma io ora lo faccio rallentare allo zio, lo zio poi mercoledì ci vado, così prendo anche i soldi. ... E gli porto cento euro in più .. che poi io ci vado di nuovo e con le 100 euro che mi faccio di nuovo". "Piano ... dal reddito di cittadinanza puoi prendere le 100 euro". Sono le ore 22 del 18 giugno del 2019 quando viene intercettata questa conversazione fra Calogero Nocera e Azzurra Luparello, rispettivamente di 25 e 23 anni, entrambi destinatari di una misura cautelare di arresti domiciliari. I carabinieri della stazione di Raffadali e quelli della compagnia di Agrigento, tutti coordinati dal maggiore Marco La Rovere, all'alba di martedì hanno eseguito 4 delle 5 misure cautelari: 3 indagati sono stati posti ai domiciliari e ad uno, un libico di 33 anni, rintracciato a Roma, è stato invece imposto l'obbligo di dimora nel Comune di residenza.  

Alle ore 2 dell'indomani viene invece intercettata - secondo quanto emerge dalle pagine dell'ordinanza di custodia cautelare richiesta dal pm e firmata dal gip del tribunale di Agrigento - quest'altra, in una conversazione ben più ampia, frase: "No.. Non c'entra, nemmeno con i soldi. Non posso più. Io quando posso, posso, ma quando non posso, non posso più. Sono arrivato compà, 1.250 euro gli devo portare". Nonostante gli indagati utilizzassero spesso un linguaggio criptico per non essere compresi qualora intercettati, ci sono delle conversazioni che risulterebbero essere inequivocabili. Dialoghi in cui si parla esplicitamente di "grammi" e di soldi. Alle ore 2 del 19 giugno del 2019 viene captata anche quest'ulteriore, in un dialogo ben più esteso, frase: "Non posso! Ma che minchia! Ma che minchia è stupido! Ancora di nuovo, me lo hai detto. Ma se prima te ne ho dato 0,5 (mezzo grammo di cocaina) e te la sei fatta tutta d'un colpo sul tavolino, ancora compà! E che minchia sei senza donfo ... incompr .. E' la stessa cosa se mi dici ... E' meglio che me li vado a buttare (i soldi) alle macchinette! Ma come io non tiro più!"

Cocaina tagliata con la Tachipirina, linguaggi criptici e dosi tenute in bocca: ecco tutti i retroscena dell'operazione antidroga 

Secondo quanto emerge dalle pagine dell'ordinanza di custodia cautelare, ci sono stati dei momenti in cui i presunti pusher erano a corto di "roba" e le richieste dei consumatori sarebbero state invece assai incalzanti: "E no .. ti do' gesso che vuoi che ti dico, vieni e ti do' un poco di gesso perché io sono fermo fino a mercoledì ... ora vieni e capisci .. che mercoledì prendo i soldi del lavoro e ci vado (a rifornirsi di stupefacente) .. hai capito?". Cercando sempre di spiegare veniva - erano le ore 16,13 del 20 giugno del 2019 - aggiunto: "E non ti poso fare niente io ora .. che minchia vuoi fare ..  ora te la trovo, te la prendo dall'albero ... ti dico che se ne parla mercoledì ... ci vediamo mercoledì, cia bello". Qualche ora dopo - alle ore 19 per la precisione - ancora un tentativo di chiarimento circa la mancanza di stupefacente: "Bello mio, ma che ti sembra che ho la banca di bambole? Poco fa, pure F. me lo ha detto .. Non ne ho più capito? Secondo te perché voglio i soldi? Per andarla a prendere, capito!?". Ed ancora: "Datemi i soldi che la vado a prendere subito, questa sera stessa". Emerge inoltre un occhio di riguardo per alcuni consumatori acquirenti: "Lasciala che non è nemmeno buona .. non è nemmeno buona .. perché ti devi prendere schifezze .. io non te la voglio dare. Non posso .. se no te la davo .. che fa non te la davo .. te la davo pure .. compà non posso è l'ultima .. e l'ultima me la devo togliere che quello mi aspetta che gli devo portare i soldi.  ... Quella persona grande di Favara ... caso mai questa sera la vado a prendere e te la do' qualcosa dai .. caso mai ti chiamo io .. ma ... questa cosa è una merda ... fammela dare alle persone".  

Pusher con il reddito di cittadinanza, il maggiore Marco La Rovere: "Cittadini preoccupati per lo spaccio, anche a minori" 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'operazione antidroga a Raffadali, le intercettazioni: "Lasciala questa che non è nemmeno buona .. perché ti devi prendere schifezze"

AgrigentoNotizie è in caricamento