rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca Lampedusa e Linosa

Dopo due evacuazioni mediche assegnato il porto sicuro al veliero Nadir: tunisini sbarcano a Lampedusa

Sono stati 3 i migranti evacuati dal veliero della Ong tedesca Resqship di Amburgo che, dopo i controlli sanitari al Poliambulatorio, sono stati portati all'hotspot. Nella struttura di primissima accoglienza sono presenti 916 extracomunitari

Ore 17,11. E' stato assegnato, ed è quello di Lampedusa, il porto sicuro al veliero Nadir della Ong tedesca Resqship di Amburgo. A molo Favarolo è in corso lo sbarco dei 12 tunisini, che dopo le due evacuazioni mediche con un totale di 3 persone, erano rimaste sull'imbarcazione. Anche questo gruppo di migranti, dopo un primo triage sanitario direttamente sul molo, verrà condotto all'hotspot di contrada Imbriacola.

Ore 14,18. Un'altra evacuazione medica è stata effettuata dal veliero Nadir della Ong tedesca Resqship di Amburgo. Un giovane tunisino ha lasciato la barca e, a bordo della motovedetta 319 della Capitaneria di porto, ha raggiunto molo Madonnina da dove è stato subito trasferito al Poliambulatorio. Accertato che non avesse nulla di grave, è stato accompagnato all'hotspot e anche questo ingresso nella struttura è stato considerato come uno sbarco. Nella struttura d'accoglienza, al momento, ci sono 904 persone. Un gruppo di 70 minori non accompagnati e 40 adulti è stato caricato sul traghetto "Sansovino" per Porto Empedocle dove giungerà in serata. Nel pomeriggio, verranno imbarcati in 160 sulla nave quarantena che si trova in rada di Lampedusa e in serata - stando a quanto pianificato dalla Prefettura, d'intesa col Viminale, - verranno trasferiti altri 80 migranti con il secondo traghetto di linea.

Ore 12,42. Un barchino, con 19 tunisini a bordo, fra cui 11 donne e 1 minore, è stato bloccato dalla motovedetta della Guardia costiera al largo di Lampedusa. La barca di 6 metri in vetroresina è stata lasciata alla deriva e il gruppetto di migranti è stato portato all'hotspot di contrada Imbriacola. E' il quarto sbarco (l'ingresso all'hotspot dei due evacuati dalla nave Nadir è stato considerato un approdo), dalla mezzanotte, che si registra sull'isola.

Ore 7,49. Sono 39 i migranti che, stanotte, hanno fatto ingresso all'hotspot di Lampedusa dopo due sbarchi e dopo un'evacuazione medica dal veliero Nadir della Ong tedesca Resqship di Amburgo.

I barchini non si fermano: 23 sbarchi con 542 migranti, 1.101 persone all'hotspot

In nottata, i carabinieri di Lampedusa - su segnalazione di alcuni cittadini - hanno intercettato lungo la strada attigua alla spiaggia di Cala Francese 12 tunisini, fra cui 3 minori non accompagnati. L'imbarcazione utilizzata per la traversata non è stata ritrovata. Alle 3,42 circa, a molo Favarolo, sono giunti 25 migranti, fra cui 3 minori, intercettati su un barchino in vetroresina ad 8 miglia dalla costa da una motovedetta della Capitaneria. In tarda serata, c'era stata invece una evacuazione medica dal veliero Nadir che si trova nelle acque antistanti a Lampedusa. Due tunisini sostenevano di stare male, motivo per il quale sono stati evacuati e portati al Poliambulatorio dove i medici, dopo le visite, non hanno riscontrato problemi sanitari e dunque anche i due sono stati portati al centro di primissima accoglienza.

All'hotspot di Lampedusa sono presenti 988 migranti, a fronte di 250 posti disponibili. Stamattina verranno trasferiti, con il traghetto di linea Sansovino che giungerà in serata a Porto Empedocle (Ag), 70 minori non accompagnati e 40 adulti. Sempre in mattinata, 160 migranti - molti dei quali positivi al Covid-19 - verranno caricati su una nave quarantena.

Sul traghetto Cossydra di ieri sera sono stati imbarcati 78 migranti, anziché i preventivati 80 perché due sono risultati positivi al Coronavirus.

(Aggiornato alle ore 17,11)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo due evacuazioni mediche assegnato il porto sicuro al veliero Nadir: tunisini sbarcano a Lampedusa

AgrigentoNotizie è in caricamento