Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Lampedusa e Linosa

Dopo due evacuazioni mediche assegnato il porto sicuro al veliero Nadir: tunisini sbarcano a Lampedusa

Sono stati 3 i migranti evacuati dal veliero della Ong tedesca Resqship di Amburgo che, dopo i controlli sanitari al Poliambulatorio, sono stati portati all'hotspot. Nella struttura di primissima accoglienza sono presenti 916 extracomunitari

Lo sbarco dei migranti dal veliero Nadir

Ore 17,11. E' stato assegnato, ed è quello di Lampedusa, il porto sicuro al veliero Nadir della Ong tedesca Resqship di Amburgo. A molo Favarolo è in corso lo sbarco dei 12 tunisini, che dopo le due evacuazioni mediche con un totale di 3 persone, erano rimaste sull'imbarcazione. Anche questo gruppo di migranti, dopo un primo triage sanitario direttamente sul molo, verrà condotto all'hotspot di contrada Imbriacola.

Ore 14,18. Un'altra evacuazione medica è stata effettuata dal veliero Nadir della Ong tedesca Resqship di Amburgo. Un giovane tunisino ha lasciato la barca e, a bordo della motovedetta 319 della Capitaneria di porto, ha raggiunto molo Madonnina da dove è stato subito trasferito al Poliambulatorio. Accertato che non avesse nulla di grave, è stato accompagnato all'hotspot e anche questo ingresso nella struttura è stato considerato come uno sbarco. Nella struttura d'accoglienza, al momento, ci sono 904 persone. Un gruppo di 70 minori non accompagnati e 40 adulti è stato caricato sul traghetto "Sansovino" per Porto Empedocle dove giungerà in serata. Nel pomeriggio, verranno imbarcati in 160 sulla nave quarantena che si trova in rada di Lampedusa e in serata - stando a quanto pianificato dalla Prefettura, d'intesa col Viminale, - verranno trasferiti altri 80 migranti con il secondo traghetto di linea.

Ore 12,42. Un barchino, con 19 tunisini a bordo, fra cui 11 donne e 1 minore, è stato bloccato dalla motovedetta della Guardia costiera al largo di Lampedusa. La barca di 6 metri in vetroresina è stata lasciata alla deriva e il gruppetto di migranti è stato portato all'hotspot di contrada Imbriacola. E' il quarto sbarco (l'ingresso all'hotspot dei due evacuati dalla nave Nadir è stato considerato un approdo), dalla mezzanotte, che si registra sull'isola.

Ore 7,49. Sono 39 i migranti che, stanotte, hanno fatto ingresso all'hotspot di Lampedusa dopo due sbarchi e dopo un'evacuazione medica dal veliero Nadir della Ong tedesca Resqship di Amburgo.

I barchini non si fermano: 23 sbarchi con 542 migranti, 1.101 persone all'hotspot

In nottata, i carabinieri di Lampedusa - su segnalazione di alcuni cittadini - hanno intercettato lungo la strada attigua alla spiaggia di Cala Francese 12 tunisini, fra cui 3 minori non accompagnati. L'imbarcazione utilizzata per la traversata non è stata ritrovata. Alle 3,42 circa, a molo Favarolo, sono giunti 25 migranti, fra cui 3 minori, intercettati su un barchino in vetroresina ad 8 miglia dalla costa da una motovedetta della Capitaneria. In tarda serata, c'era stata invece una evacuazione medica dal veliero Nadir che si trova nelle acque antistanti a Lampedusa. Due tunisini sostenevano di stare male, motivo per il quale sono stati evacuati e portati al Poliambulatorio dove i medici, dopo le visite, non hanno riscontrato problemi sanitari e dunque anche i due sono stati portati al centro di primissima accoglienza.

All'hotspot di Lampedusa sono presenti 988 migranti, a fronte di 250 posti disponibili. Stamattina verranno trasferiti, con il traghetto di linea Sansovino che giungerà in serata a Porto Empedocle (Ag), 70 minori non accompagnati e 40 adulti. Sempre in mattinata, 160 migranti - molti dei quali positivi al Covid-19 - verranno caricati su una nave quarantena.

Sul traghetto Cossydra di ieri sera sono stati imbarcati 78 migranti, anziché i preventivati 80 perché due sono risultati positivi al Coronavirus.

(Aggiornato alle ore 17,11)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo due evacuazioni mediche assegnato il porto sicuro al veliero Nadir: tunisini sbarcano a Lampedusa

AgrigentoNotizie è in caricamento