Martedì, 23 Luglio 2024
Movida

No "stragi" a causa di ebbrezza e droga, 3 denunciati e un segnalato nel giro di poche ore

E’ dall’inizio della scorsa estate che i carabinieri tengono fede ad una direttiva: tutti devono poter far rientro a casa senza rischiare di morire per strada

Non soltanto il sabato sera. Anche la domenica notte si cerca di scongiurare “stragi” dovuti alla guida in stato d’ebbrezza o all’uso di sostanze stupefacenti. La massiccia presenza delle forze dell’ordine, tanto in centro quanto nell’ormai deserta San Leone, evita tafferugli e risse, previene e reprime spaccio e consumo di droghe, ma tiene d’occhio anche la circolazione stradale. Perché a casa – come hanno sempre ripetuto i carabinieri della compagnia di Agrigento - ci devono tornare tutti. Siano giovanissimi o adulti. I genitori hanno il diritto di ritrovare, e riabbracciare, i propri figli.

Tre, nel giro di pochissimo tempo, i denunciati alla Procura della Repubblica perché trovati alticci, anzi ubriachi, alla guida delle proprie auto. E a tutti e tre è stata anche ritirata la patente di guida. A finire nei guai sono stati un impiegato ventitreenne di Favara, una casalinga trentenne di Licata e una studentessa ventenne pure lei di Favara. I carabinieri della sezione Radiomobile della compagnia della città dei Templi hanno trovato – sempre durante il controllo in centro – un trentaquattrenne in possesso di poco più di un grammo di cocaina. La “roba” è stata, naturalmente, subito sequestrata, mentre l’agrigentino è stato segnalato, quale consumatore abituale di droghe, alla Prefettura.

E’ dall’inizio della scorsa estate che i carabinieri tengono fede ad una direttiva: tutti devono poter far rientro a casa senza rischiare di morire per strada. Quindi niente ubriachi o persone che hanno fatto uso di stupefacenti per le strade.

Sempre più under 30 fanno abuso di alcolici prima di guidare, i numeri di "Estate Sicura"

La priorità era e resta, dunque, specie adesso con l’avvicinarsi delle festività natalizie, assicurare la sicurezza dei cittadini, degli utenti della strada. Evitare le ‘stragi del sabato sera’ che non sono più del sabato sera. Non c’è più, infatti, differenza fra week end e serate dei cosiddetti giorni lavorativi. 

In moto con caschi "a scodella" non omologati: multati in 70, anche un medico con un casco di equitazione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No "stragi" a causa di ebbrezza e droga, 3 denunciati e un segnalato nel giro di poche ore
AgrigentoNotizie è in caricamento