rotate-mobile
Cronaca Naro

Coltivavano marijuana fra gli alberi di cachi, sequestrate 30 tonnellate: tre arresti

A finire nei guai sono stati: Carmelo Collana, 53 anni, originario di Campobello di Licata e dipendente del Comune di Canicattì, Pietro e Vincenzo Martini, di 22 e 19 anni, di Belmonte Mezzagno

Un piantagione nascosta fra gli alberi di cachi e marijuana già essiccata e confezionata, quindi pronta ad invadere le piazze dello spaccio. A scoprire tutto - nelle campagne di Naro - sono stati i carabinieri della stazione di Campobello di Licata, coordinati dal comando compagnia di Licata. Sequestrate oltre 30 tonnellate di marijuana, in parte già essiccata e confezionata e in parte in fase di maturazione su oltre diecimila piante di “canapa indiana”. Oltre quindici milioni di euro il valore al dettaglio della sostanza stupefacente sequestrata. 

IL VIDEO. La droga avrebbe fruttato oltre 15 milioni di euro 

Si tratta di uno dei più ingenti quantitativi di stupefacente mai rinvenuto in un solo colpo in Sicilia. Tre persone sono state arrestate. Si tratta di Carmelo Collana, 53 anni, originario di Campobello di Licata e dipendente del Comune di Canicattì, proprietario del fondo agricolo. Arrestati anche due giovanissimi ritenuti "operai": Pietro e Vincenzo Martini, rispettivamente di 22 e 19 anni, di Belmonte Mezzagno, nel Palermitano. 

Sequestrate 30 tonnellate di droga

L'impiegato del Municipio di Canicattì sarebbe stato trovato in possesso - secondo la ricostruzione ufficiale del comando provinciale dei carabinieri di Agrigento - anche di una pistola da guerra ungherese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltivavano marijuana fra gli alberi di cachi, sequestrate 30 tonnellate: tre arresti

AgrigentoNotizie è in caricamento