rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
L'inquietante episodio / Licata

"Mi ha sparato": dopo le continue liti per motivi di confine il tentato omicidio

Un 54enne ha formalizzato denuncia, davanti alle forze dell'ordine, contro il suo vicino d'appezzamento di terreno. I carabinieri hanno rinvenuto, e sequestrato, dei bossoli. Aperta un'inchiesta

"Mi ha sparato! Non mi ha preso, ma mi ha sparato più colpi". Queste, grosso modo, le parole che un licatese 54enne ha pronunciato, formalizzando denuncia, davanti alle forze dell'ordine. Militari dell'Arma che, accorsi al confine fra Licata e Butera, hanno rinvenuto dei bossoli. E un'inchiesta, che mira a stabilire cosa sia effettivamente accaduto nelle scorse settimane (ma la notizia è trapelata soltanto adesso dal fitto riserbo investigativo) in quell'area di campagna, è stata aperta dalla Procura di Gela. 

Che fra i due vicini d'appezzamento di terreno i rapporti non fossero per niente buoni era, a quanto pare, risaputo fra chi li conosce. Diverse, e per motivi sempre legati ai confini, le discussioni e le accuse, più o meno agitate. Poi, la denuncia: il licatese 54enne ha riferito ai carabinieri d'essere stato bersaglio, ma per fortuna mancato, di alcuni colpi d'arma da fuoco. Il 54enne non è rimasto, per fortuna, ferito, ma ha appunto formalizzato querela. E il suo vicino di campagna è stato deferito, alla procura della Repubblica di Gela, per tentato omicidio. Questi i fatti. Ma le indagini dei carabinieri sono, di fatto, in corso e spetterà proprio ai militari dell'Arma cercare, laddove possibile, di fare chiarezza su quanto denunciato. 

C'è da stabilire se il licatese, vicino di campagna, abbia appositamente sparato o meno contro l'altro licatese. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi ha sparato": dopo le continue liti per motivi di confine il tentato omicidio

AgrigentoNotizie è in caricamento