menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta dell'interno dell'hotspot dove l'immigrato venne portato dopo lo sbarco

Una veduta dell'interno dell'hotspot dove l'immigrato venne portato dopo lo sbarco

Terrorismo, rimpatriato tunisino sbarcato a Lampedusa e segnalato come pericoloso da intelligence

L'immigrato era stato controllato il 18 ottobre scorso dalla Digos in occasione dello sbarco avvenuto insieme ad altri 16 connazionali

E' stato segnalato, dal comparto intelligence, come "soggetto pericoloso". Ieri è stato allontanato dal territorio nazionale, in esecuzione del respingimento disposto dal questore di Palermo, il cittadino tunisino E. M.. Lo rende noto il Viminale.

L'attacco a Nizza con tre vittime, c'è la conferma: killer tunisino sbarcato a Lampedusa

L'immigrato è stato rimpatriato con volo charter diretto in Tunisia. E.M. era stato controllato il 18 ottobre scorso dalla Digos della Questura di Agrigento in occasione dello sbarco avvenuto, insieme ad altri 16 connazionali, a Lampedusa.

Come tutti gli altri immigrati che erano sbarcati e che continuano ad arrivare sulla più grande delle isole Pelagie, il tunisino è stato portato all'hotspot di contrada Imbriacola dove avviene la pre-identificazione: fotosegnalamento, rilievo e acquisizione delle impronte digitali. Nella circostanza, il tunisino è risultato destinatario di un provvedimento di inammissibilità in territorio Schengen inserito dalla Francia e di un precedente respingimento del 2017.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento