Interdittiva antimafia della Prefettura: si è dimesso Marco Campione, subentra Galluzzo

L'atto è stato presentato formalmente stasera, durante il consiglio di amministrazione. Il Cda ha già individuato come presidente pro tempore l'avvocato Diego Galluzzo

Marco Campione

Alla fine le dimissioni sono arrivate: Marco Campione ha lasciato la sua carica in Girgenti Acque che ricopriva ormai da anni in qualità di possessore del 51,85% delle quote azionarie della società. L'ormai ex presidente, dato per dimissionario già ieri, fino alla tarda serata di mercoledì pare si trovasse al suo posto di lavoro. 

"Società a rischio infiltrazioni", Prefettura forma interdittiva contro Girgenti Acque

Il Cda, riunito stasera, ha dovuto prendere atto del passo indietro fatto da Campione, e ha individuato come presidente pro tempore l'avvocato Diego Galluzzo, già componente del Consiglio di amministrazione ma tra i soggetti che risultano indagati per la vicenda dell' "assumificio", un maxi filone dove rientrava come noto anche l'ex prefetto di Agrigento Diomede, accusato proprio di aver rilasciato le certificazioni antimafia alla società, oggi "stroncata" dal nuovo rappresentante del Governo.

Vicenda Girgenti Acque, riunione alla IV commissione Ars

Il passo indietro di Campione, dicevamo, era atteso, quasi un atto dovuto, per quanto non è ancora oggi chiaro di quali misure saranno adottate per "disinnescare" l'interdittiva. Sì, la società impugnerà al Tar il provvedimento, ma nelle more quali scelte bisognerà prendere? Di tempo ce n'è poco: se sarà comunque l'Anac a decidere del commissariamento della Girgenti Acque, già il tre dicembre sarà convocata l'assemblea dei soci. In quella sede saranno prese le decisioni del caso, per quanto Campione e i suoi gruppi detengano la maggioranza assoluta delle quote. O quasi.

Interdittiva antimafia alla Girgenti Acque, commissione antimafia ad Agrigento

Sì perché se l'ex presidente ha più volte ribadito la volontà di vendere tutto, in realtà ci risulta che queste quote azionarie - non è chiaro se tutte o in parte - siano oggi poste a "pegno" dell'enorme debito di Girgenti Acque nei confronti della Sicilia Acque. Milioni e milioni di euro (si dice oltre trenta) che sono già stati inseriti in un piano di rientro rispetto al quale le quote azionarie sono una garanzia del buon esito della vicenda.

Assemblea territoriale idrica: interdittiva accelera il percorso di risoluzione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

  • Il riscatto e la rinascita, Andrea Mendola: "Non vedevo futuro adesso tutto è cambiato"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento