Cronaca

Via alla liquidazione: Girgenti Acque e Hydortecne dichiarate ufficialmente fallite

Il tribunale di Palermo ha firmato il provvedimento che consente alle società di gestione del servizio idrico di accedere alle procedure previste dalla norma: la gestione però resta alla gestione commissariale

(foto ARCHIVIO)

Non esistono soluzioni alternative: Girgenti Acque e Hydortecne son state dichiarate fallite. A deciderlo è stata la quarta sezione civile del Tribunale di Palermo. La situazione si è "sbloccata", anche se in negativo, dopo che il commissario giudiziale che era stato nominato nei mesi scorsi dopo la dichiarazione dello stato di insolvenza degli ex gestori ha di fatto dichiarato che non vi fossero soluzioni alternative al fallimento.

Aurelio Mirone, infatti, ha stabilito, l’impossibilità “di conseguire il riequilibrio economico dell’impresa tramite un programma di ristrutturazione” e la “esclusa percorribilità di un programma di cessione dei complessi aziendali”. A pesare in tal senso è stata una comunicazione da parte dell'Ati dell'impossibilità di procedere al transito degli asset delle aziende alla futura società consortile, per quanto in realtà questo passaggio sarebbe quasi un atto dovuto.

Il tribunale, ad ogni modo, ha stabilito che nelle more del completamento delle procedure fallimentari (sono oltre 28milioni di euro i debiti da curare) la gestione rimarrà nelle mani della guida commissariale prefettizia fino alla costituione della consortile. Quando e se verrà costituita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via alla liquidazione: Girgenti Acque e Hydortecne dichiarate ufficialmente fallite

AgrigentoNotizie è in caricamento