rotate-mobile
Cronaca Cattolica Eraclea

Erosione costiera a Eraclea Minoa: progetto ancora fermo al palo

Ci sono problemi per il rilascio delle certificazioni di impatto ambientale, questo a causa soprattutto delle opere di dragaggio: promessa una svolta entro 10 giorni

Progetto per il contrasto all'erosione costiera di Eraclea Minoa: è tutto ancora fermo per difficoltà autorizzative. A rivelarlo è l'edizione odierna del Giornale di Sicilia. A monte di tutto vi sarebbero difficoltà nel rilascio della Via, la Valutazione di impatto ambientale. Per questo, durante un incontro svoltosi a Palermo nei giorni scorsi si è deciso di modificare il progetto, eliminando i nodi che oggi sono diventati delle "zavorre". In particolare, le criticità da rimuovere - che al momento bloccano tutto da almeno 3 mesi - sono legate al dragaggio della sabbia da prelevare dal porticciolo di Siculiana Marina e al suo trasporto ad Eraclea Minoa per il ripascimento della spiaggia, così come previsto dal progetto redatto dagli uffici del commissario di governo contro il dissesto idrogeologico coordinati da Maurizio Croce.

L'ultimo allarme: "Le mareggiate si abbattono su Minoa, non si può più aspettare"

Si tratta, come noto, di un progetto anti-erosione da 4 milioni di euro finanziato dalla Regione che prevederà la realizzazione di tre pennelli sub-ortogonali alla linea di costa realizzati con materiale lapideo e appunto il ripascimento artificiale con l'utilizzo della sabbia del porticciolo turistico di Siculiana Marina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Erosione costiera a Eraclea Minoa: progetto ancora fermo al palo

AgrigentoNotizie è in caricamento