Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Anziano trasferito d'urgenza per Covid-19 all'ospedale di Enna, in nottata la tragedia: l'uomo è morto

Due nuovi casi a Sciacca. Secondo i dati forniti dalla Prefettura, sono complessivamente 33 le persone affette da Coronavirus. Trattandosi di un elenco di nominativi che, purtroppo, viene costantemente rimpolpato, i positivi dovrebbero aver già superato la soglia delle 35 unità

(foto ARCHIVIO)

Un 87enne di Ribera, contagiato da Coronavirus e ricoverato a Terapia intensiva all'ospedale "Umberto I" di Enna, è morto questa notte. Lo riferisce il sindaco di Ribera Carmelo Pace. Il pensionato - per gravi problemi respiratori - è stato trasferito d'urgenza, all'ospedale di Enna dove, stanotte, si è verificata la tragedia per insufficienza cardiorespiratoria. Il paziente - hanno reso noto dall'unità di crisi di Enna - era affetto da gravi patologie ed era risultato positivo al Covid-19. "E' una notizia che non avrei mai voluto dare - ha detto il sindaco Pace - . Uno dei 5 casi positivi registratisi a Ribera purtroppo non ce l'ha fatta ed è morto all'ospedale di Enna. Si tratta di una persona che era stata ricoverata al reparto di Medicina dell'ospedale di Sciacca, era stata sottoposta al tampone con primo esito negativo e poi era stata portata a casa e poi ha avuto delle complicazioni e a un successivo tampone è risultato positivo ed è stato portato ad Enna". 

Primo morto per Covid-19, Pace su tutte le furie: "Si organizzano 'schiticchi' e si fanno file per i 'Gratta e vinci'"

Covid-19, i dati ufficiali   

I dati sono "ballerini": suscettibili di continui cambiamenti. I numeri ufficiali - forniti stamani dalla Prefettura e aggiornati alle ore 18 di ieri - per Agrigento e provincia danno, complessivamente, 33 persone affette da Coronavirus. Ma trattandosi di un elenco di nominativi che, purtroppo, viene costantemente rimpolpato, i positivi al Covid-19 dovrebbero aver già superato la soglia delle 35 unità. Forse - visto che a Sciacca sono risultati positivi anche la moglie e il figliotetto di un operatore sanitario già ammalato - si potrebbe essere anche arrivati a 37 infetti. 

Fino alle ore 18 di ieri erano stati, comunque, effettuati 418 tamponi rinofaringei. 

Nella distribuzione territoriale dei "positivi" - dati forniti, in video conferenza, dal prefetto di Agrigento: Dario Caputo - 17 i casi di Sciacca, 3 quelli di Menfi, 4 a Ribera, uno a Santa Margherita Belice, uno a Canicatti, 3 a Licata, 2 ad Agrigento, 2 a Favara. Mancano i due casi - comunicati attraverso i social dal sindaco Stefano Castellino - di Palma di Montechiaro. 

L'emergenza contagi non s'arresta: in 24 ore c'è il secondo "positivo" a Palma di Montechiaro

Resta invariato, per fortuna, il dato dei ricoveri: due sono ricoverati al "Giovanni Paolo II" di Sciacca. Agrigentini sono però ricoverati anche in altri ospedali siciliani: 2 a Caltanissetta, 3 ad Enna e 2 a Caltagirone.

I controlli 

Coronavirus e tanta gente ancora in giro per le strade, è pugno duro dei carabinieri: in volo pure l'elicottero

Proseguono - ed è anche inevitabile che accada visto che c'è ancora tanta gente a zonzo - i controlli delle forze dell'ordine. Solo nella giornata di ieri - i dati sono stati sempre forniti dalla Prefettura di Agrigento - sono state controllate 2.077 persone e 1.688 esercizi commerciali. Le persone denunciate, alle Procure di Agrigento e Sciacca, per inosservanza al provvedimento d'autorità, sono state complessivamente 91.

Coronavirus: 344 denunce in una sola settimana, Patronaggio: "Si passi alle richieste di decreto penale di condanna"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano trasferito d'urgenza per Covid-19 all'ospedale di Enna, in nottata la tragedia: l'uomo è morto

AgrigentoNotizie è in caricamento