Abusi edilizi nel castello della famiglia Firetto, la Cassazione: “Nuovo passaggio al riesame”

Il tribunale dovrà decidere se mantenere o meno il sigilli al bene storico e architettonico che viene gestito, per ricevimenti nuziali, dalla famiglia del sindaco Lillo Firetto e che comunque al momento rimane in funzione

Una veduta del castello ducale di Joppolo Giancaxio

La Cassazione rimette tutto in discussione. Lo fa disponendo un nuovo passaggio al Riesame che dovrà decidere se mantenere o meno il sequestro del castello ducale Colonna di Joppolo Giancaxio. Il Riesame - accogliendo il ricorso dei difensori: gli avvocati Angelo Farruggia, Gennaro Caponnetto e Antonio Reina - aveva disposto il dissequestro. “L’opera – scriveva il giudice Wilma Angela Mazzara – è stata, peraltro, destinata ad attività economiche in un contesto depresso e povero di iniziative imprenditoriali private. Questa attività ha portato, se non benessere, posti di lavoro e attività di indotto”.

"Il Castello dei Firetto non è abusivo e ha dato benessere al territorio", i giudici demoliscono l'accusa

Adesso, la decisione del Riesame - ossia quella del dissequestro del bene storico e architettonico che è stato acquistato un decennio fa e viene gestito, per ricevimenti nuziali, dalla famiglia del sindaco di Agrigento Lillo Firetto - è stata annullata dalla Suprema Corte alla quale si è rivolta la Procura della Repubblica. L'inchiesta, coordinata dal capo dell'ufficio Luigi Patronaggio e dal suo vice Salvatore Vella, è stata condotta dal pm Antonella Pandolfi. Sarà necessario dunque un nuovo, ulteriore, passaggio al tribunale del Riesame dopo il deposito delle motivazioni. 

L'inchiesta sugli abusi edilizi, dissequestrato il Castello

Il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, insieme al fratello Mirko sono indagati per reati edilizi. Secondo il pubblico ministero Antonella Pandolfi e il gip Francesco Provenzano, che qualche giorno prima di Natale aveva disposto il sequestro, il complesso sarebbe stato abusivo. Nel mirino una serie di opere, interne ed esterne, che – secondo l’accusa – sarebbero state illegittime.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Abusi edilizi nel Castello dei Firetto, scatta sequestro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento