rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
La sentenza

"La carta del docente spetta anche ai professori precari": insegnante vince ricorso

La donna riceverà 1500 euro dal Ministero dell'Istruzione per tre annualità non corrisposte

“Non emerge alcun elemento che possa giustificare il diverso trattamento della parte ricorrente e ciò ancora di più se si considera che viene in rilievo la formazione e l’aggiornamento del docente che non può che essere considerata identica sia per i docenti assunti a tempo indeterminato che per quelli assunti a tempo determinato”.

Così, in questi giorni, il Tribunale di Agrigento ha accolto le richieste del sindacato Alis Scuola, difeso dall'avvocato Calogero Franco, che tutelava una docente precaria in servizio nella scuola secodaria di primo grado che adesso potrà ricevere 1500 euro dovuti per tre anni di bonus su cinque richiesti.

Si tratta del primo procedimento del Tribunale di Agrigento in questa direzione, secondo il sindacato, con il giudice che, pur mantenendo "ferma la
comparabilità tra supplenti e docenti di ruolo" ha ritenuto appunto che anche chi non è di ruolo ha diritto ad aggiornarsi, sfruttando le somme che consentono di acquistare terminali elettronici ma anche corsi, iscriversi a master ecc. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La carta del docente spetta anche ai professori precari": insegnante vince ricorso

AgrigentoNotizie è in caricamento