rotate-mobile
L'intervento / Licata

Camionista ubriaco e mezzo nudo barcolla di notte lungo la statale 115, salvato dalla polizia

Pare che il quarantenne avesse trascorso la serata a bere e poi non è più riuscito a ritrovare l'area di servizio dove aveva posteggiato il mezzo pesante

A torso nudo, durante la notte, lungo la strada statale 115, fra Licata e Gela. Ha rischiato grosso: d'essere travolto ed ucciso, ma anche di innescare terribili incidenti stradali l'uomo che, venerdì sera, è stato salvato, praticamente in extremis, dai poliziotti del commissariato di Licata, che è coordinato dal vice questore Cesare Castelli.

Più automobilisti di passaggio, dopo averla scampata, hanno allertato la polizia, segnalando quell'uomo che "mezzo nudo" barcollava lungo la statale. Pare che il quarantenne polacco, un camionista, avesse trascorso la serata a bere ed era, di fatto, ubriaco fradicio.

Aveva posteggiato il camion nell'area di servizio vicino al Sombrero e si era spostato in centro, appunto, a bere. Sulla strada del ritorno, per andare a recuperare il mezzo pesante, anziché dirigersi verso Palma di Montechiaro, sbagliando s'è diretto verso Gela. Cercava il camion, ma non era in sé. 

L'uomo è stato soccorso con un'autoambulanza del 118 ed è stato portato all'ospedale "San Giacomo d'Altopasso" dove i medici lo hanno assistito e dove gli hanno fatto smaltire la pesantissima sbornia.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camionista ubriaco e mezzo nudo barcolla di notte lungo la statale 115, salvato dalla polizia

AgrigentoNotizie è in caricamento