menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Accoglienza dei migranti, "giro" da oltre un milione di euro per 6 mesi

L'Esecutivo di palazzo dei Giganti ha deliberato, oltre alla proroga dei servizi per 164 persone, anche di aumentare 10 posti per minori stranieri non accompagnati (Msna)

Un "giro" di un milione e passa di euro - per sei mesi - per ospitare 164 migranti, di cui 10 minorenni. Nelle ultime ore, il Comune di Agrigento ha deliberato - con provvedimenti di Giunta - la proroga dei servizi per l'accoglienza, assistenza e integrazione. Servizi che vengono finanziariamente "coperti" con i fondi che arrivano direttamente da Roma. 

Prorogata - con delibera di giunta comunale - l'accoglienza, per complessivi 154 posti, di migranti adulti richiedenti o titolari di protezione internazionale. Si tratta del progetto di accoglienza "Sipromi Agrigento", a valere sul fondo nazionale per le Politiche e i Servizi dell'asilo, per il triennio 2020 - 2022. E il ministero dell'Interno ha assegnato al Comune il finanziamento complessivo di 991.713,51 euro fino al 31 dicembre.

Fino alla fine dell'anno, per garantire l'accoglienza di 10 minori stranieri non accompagnati, il ministero dell'Interno - dipartimento centrale de Servizi civili per l'immigrazione e l'asilo ha stanziato 141.232,50 euro. E dal Comune - dalla Giunta - è arrivato l'ok alla proroga del servizio. 

Struttura vuota e polizia assente: centro d'accoglienza chiuso? No, solo il trasferimento dei tunisini

L'Esecutivo di palazzo dei Giganti ha deliberato, infine, di aumentare di 10 posti la possibilità d'accoglienza per minori stranieri non accompagnati (Msna) sempre per il progetto "Siproimi" (ex Sprar). A richiedere l'ampliamento dei posti disponibili, in questo caso, è stato l'assessore comunale Gerlando Riolo. La Giunta ha dato mandato di aderire ad eventuali comunicazioni per la presentazione di richieste di ampliamento della capacità di accoglienza per il progetto Msa.

Il Comune di Agrigento, già dal 2006, aderisce alla rete Sprar (Sistema protezione richiedenti asilo rifugiati), oggi Siproimi, attraverso un articolato sistema di servizi di accoglienza, tutela ed integrazione per richiedenti asilo, rifugiati e titolari di protezione internazionale, tramite specifici progetti finanziati dal fondo nazionale per le Politiche e i Servizi dell’asilo).

Accoglienza minori stranieri, "è dovuta anche senza il contributo del Ministero"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento