menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei sacchi neri che non è stato raccolto dagli operatori ecologici

Uno dei sacchi neri che non è stato raccolto dagli operatori ecologici

Differenziata, è incubo sacchi neri ... ma è già pronto il servizio di raccolta mirata

L'assessore Nello Hamel: "Il recupero dei sacchetti non conformi verrà effettuato 3 volte la settimana, presto partirà anche un numero telefonico per le segnalazioni. Proseguono le ispezioni, in via Esseneto identificati 12 che hanno depositato abusivamente"

L'incubo "sacchi neri" s'è palesato. Entrato in vigore il divieto di conferire la spazzatura nei sacchetti neri - si devono utilizzare soltanto i mastelli e le eccedenze di rifiuti possono essere conferite, sopra i mastelli, in sacchi conformi - la ditta che si occupa del servizio di raccolta differenziata non recupera più i sacchi neri lasciati su marciapiedi e strade.

Raccolta dei rifiuti, scatta il divieto per il conferimento senza mastelli

Stamattina, ad esempio, lungo la via Atenea, risultavano esserci pochi mastelli e tanti sacchetti. I mastelli erano stati correttamente svuotati, mentre sui sacchi neri era stato apposto il talloncino rosso - di Comune e impresa - esplicativo del mancato ritiro: "Rifiuto non conforme". Unico e solo l'interrogativo degli agrigentini che effettuano correttamente la raccolta differenziata: "L'operatore li raccoglierà o li lascerà abbandonati dove sono?". In molti, inevitabilmente, temono che proprio quei sacchi neri divengano facile preda di cani e gatti. All'incubo "sacchi neri" si è aggiunto, dunque, anche quello di un'emergenza rifiuti sparpagliati in ogni dove.

Tutti concordi sul perchè quei sacchi neri siano stati lasciati abbandonati sul ciglio della strada: "Il colpevole non è dotato di mastello e quindi non è in regola".

Ma Comune e impresa si sono preoccupati anche del "fiorire" dei tanti sacchi neri che, di fatto, d'ora in avanti non verranno recuperati durante l'ordinario servizio di raccolta differenziata? Quei sacchi resteranno veramente alla portata di cani e gatti che ne faranno scempio? 

"Da domani, parte un servizio mirato al recupero di questi sacchi neri - ha spiegato l'assessore comunale all'Ambiente Nello Hamel - . Sarà un servizio che verrà effettuato 3 volte la settimana. Appena questo servizio verrà consolidato, nel giro di pochi giorni, forniremo agli agrigentini anche un numero di telefono in modo che possano segnalare, con precisione, dove ci sono di questi sacchi. E nell'arco di 12 ore verranno recuperati. Perchè se ci sono dei sacchi abbandonati diventano attrattiva per ulteriori illegali depositi. La presenza di un piccolo mucchio - ha spiegato l'amministratore - fa sì che alcuni cittadini si sentano autorizzati ad andare a conferire proprio in quel punto. E' accaduto, e accade ancora, in via Esseneto, in via Solferino e in via Imera dove, se tutto va bene, lunedì non ci dovrebbero essere più cumuli".

Con questo servizio mirato al recupero dei sacchi abbandonati, la città non dovrebbe dunque precipitare in un'emergenza rifiuti sparpagliati. Ma come ci si muoverà per la deterrenza? Per fare in modo che chi, ancora, non conferisce con mastello venga identificato e magari anche sanzionato. 

"Abbiamo due sistemi per riuscire ad identificare chi deposita abusivamente, sia in sacchi neri che non. Abbiamo i rilievi fotografici e i filmati, al momento stiamo passando in rassegna una trentina di video, e si procede con l'ispezione dei sacchi. In via Esseneto, ad esempio, proprio con l'ispezione sono state identificate 12 persone. L'aggressione sarà totale perché deve essere chiaro che va fatta la raccolta differenziata e il conferimento deve avvenire nei corretti modi".

Da lunedì, inoltre, partirà l'atteso potenziamento dello spazzamento. "Avremo qualche unità in più al lavoro e questo ci consentirà - ha concluso l'assessore Nello Hamel - di dare delle risposte soprattutto in quelli che sono i luoghi un po' più abbandonati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento