Venerdì, 19 Luglio 2024
Televisione

Teleacras rimane “viva” nonostante la rivoluzione digitale: la storica emittente televisiva ospite a “Rebus” su Rai 3

Una troupe del programma televisivo condotto da Corrado Augias e Giorgio Zanchini ha visitato la sede della tv che, da 46 anni, è presente sul territorio

Da alcuni mesi non è più sul canale 88 del digitale terrestre bensì sul 178, in un apposito spazio quotidiano in cui l’emittente “Teleiblea” ospita lo storico telegiornale condotto da Angelo Ruoppolo. E così Teleacras è “sopravvissuta” alla rivoluzione digitale che ha causato la morte di numerose tv locali che non hanno avuto la possibilità di sostenere le spese necessarie agli adeguamenti strutturali e normativi.

E per raccontare i suoi 46 anni di attività, la storica tv agrigentina con sede alla zona industriale (prima si trovava a Monserrato) che venne diretta dall’editore Giovanni Miccichè per poi passare il testimone alla moglie Enza Pecorelli e ai figli Giuliana, Gero e Luisa, è stata “visitata” da una troupe del programma “Rebus” in onda su Rai 3, condotto da Corrado Augias e Giorgio Zanchini. Oltre a ripercorrere le tappe del suo percorso, Teleacras si è presentata in questa occasione come un’azienda che, nonostante la crisi che ha investito tutto il settore, ha ancora nuove prospettive. Negli anni d'oro a Teleacras lavorarono giornalisti come Giovanni Taglialavoro, Carmelo Sardo, Luigi Galluzzo e Carmelo Lazzaro, tutti approdati in tv e radio nazionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teleacras rimane “viva” nonostante la rivoluzione digitale: la storica emittente televisiva ospite a “Rebus” su Rai 3
AgrigentoNotizie è in caricamento