Licata

"Non è più socialmente pericoloso", revocata la sorveglianza speciale a 43enne

I giudici della sezione misure di prevenzione cancellano le prescrizioni che erano state imposte a Gaetano Lombardo

FOTO ARCHIVIO

"E' evidente che, durante e dopo la detenzione carceraria, ha dato prova di un serio proposito di reinserimento sociale, mostrando di voler mutare, con la dedizione al lavoro, quella condotta che aveva dato luogo al provvedimento di applicazione della sorveglianza speciale".

I giudici della sezione misure di prevenzione presieduta da Alfonso Malato hanno accolto la richiesta del difensore, l'avvocato Angelo Benvenuto, e hanno revocato il provvedimento nei confronti di Gaetano Lombardo, 43 anni.

L'uomo, pregiudicato per diversi reati, avrebbe dovuto scontare la sorveglianza speciale, che prevede una serie di restrizioni nella libertà personale, fra cui l'obbligo di soggiorno nel comune di residenza, per un anno e mezzo a partire dallo scorso febbraio. La difesa, però, ha chiesto la revoca del provvedimento sostenendo che la pericolosità sociale fosse venuta meno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non è più socialmente pericoloso", revocata la sorveglianza speciale a 43enne

AgrigentoNotizie è in caricamento