rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Licata Licata

Licata, Calogero Scrimali: "La situazione finanziaria del Comune è grave"

Il presidente della commissione consiliare Bilancio rileva che "dei 3.300.000 di crediti con lo Stato, ne sono stati accreditati appena 1.900.000 euro"

Calogero Scrimali, presidente della commissione Bilancio del Comune di Licata, interviene sui conti dell’ente.

“La colpa grave di questa amministrazione – scrive Scrimali - è rappresentata dal non aver voluto approntare un piano di rientro serio e rigoroso, che potesse frenare, se non invertire, questa tendenza al disastro totale. Il Comune vantava 3.300.000 euro di crediti nei confronti dello Stato centrale, di questi ne sono stati appena accreditati 1.900.000 euro che hanno consentito il pagamento degli stipendi dei dipendenti comunali di ottobre ed il saldo di una serie di debiti che il Comune aveva con i propri fornitori”. Secondo Calogero Scrimali  “restano debiti, di spese correnti, con evidenze presso gli uffici finanziari, per 3.599,470 euro, da onorare. Rimane una anticipazione di cassa di quasi 9 milioni di euro, già integralmente utilizzata (rimangono solo 16.836 euro). Non conosciamo l’entità delle somme vincolate utilizzate, che devono essere riazzerate entro il 31 dicembre. Il saldo di cassa al 25 di ottobre è zero”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licata, Calogero Scrimali: "La situazione finanziaria del Comune è grave"

AgrigentoNotizie è in caricamento