menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della conferenza stampa di Crocetta

Un momento della conferenza stampa di Crocetta

Crocetta a Licata: "La Regione non può fermare le demolizioni"

Il presidente della Regione è arrivato nella città del mare in tarda mattinata e si è confrontato con i giornalisti. Vivace scambio di battute con alcuni consiglieri di maggioranza

Poco dopo le 12.30 il presidente della Regione, Rosario Crocetta, è arrivato a Licata. Nel chuiostro dell'antica Badia, insieme al vice presidente Lo Bello ed all'assessore regionale al Territorio ed Ambiente, Croce, ha parlato con i giornalisti e si è confrontato, in qualche momento anche in maniera vivace, con alcuni consiglieri comunali presenti all'incontro. Il sindaco Angelo Cambiano, così come aveva annunciato ieri sera, non c'era, per un precedente impegno con il ministro dell'Interno, Angelino Alfano. "Sia chiaro - ha detto Crocetta - in avvio di conferenza stampa - la Regione non ha alcun potere per fermare le demolizioni delle case abusive. Siamo solidali con il sindaco e per venirgli incontro gli diciamo che se non se la sente di continuare con le demolizioni possiamo, tranquillamente, avocare a noi la questione, nominando un commissario che lo faccia al suo posto". Alcuni consiglieri comunali di maggioranza hanno avuto uno scambio di battute molto vivace con il Governatore. Hanno chiesto al Crocetta perchè si demolisce solo a Licata e gli hanno chiesto di intervenire. "La legge - è la replica del presidente della Regione - va applicata, senza sconti". A proposito delle costruzioni entro i 150 metri dalla battigia, però, il Governatore ha detto che "potrebbe essere valutata la possibilità di presentare una legge che preveda una moratoria di un anno per le demolizioni. Nell'ambito del Piano Spiagge, infatti, i Comuni potrebbero decidere di dichiarare di pubblica utilità alcune delle case abusive, per farne strutture ricettive o, comunque, al servizio della balneazione".

Per un'ora e mezzo il presidente Crocetta si è confrontato con i presenti, compreso alcuni rappresentanti di coloro i quali hanno costruito abusivamente ed ora le loro case sono nell'elenco di quelle da demolire. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento