rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Licata Licata

Assumere un dirigente tecnico? L'Adic: "No al criterio 'intuitu personae'"

Il presidente Antonino Amato: "Questo impegno di spesa che andrà a gravare sulle tasche dei licatesi non spetta ad un commissario che fra qualche mese andrà via, ma all'amministrazione che uscirà fuori dalle prossime elezioni comunali"

Assumere per tre anni un dirigente tecnico? L'Adic di Licata contesta il criterio "intuitu personae" e chiede, ufficialmente, delucidazioni. "Non può passare inosservato e nel silenzio piu assoluto quanto sta accadendo al Comune di Licata - scrive il presidente dell'Adic Antonino Amato - . Come mai dopo un anno ci si è ricordati che c'era da assumere un dirigente tecnico e sono stati riaperti i termini delle domande di assunzione, concendendo al commissario straordinatio Mariagrazia Brandara la facoltà di scegliere un dirigente tecnico con il metodo dell’intuitu personae, ossia con il criterio di scelta altamente discrezionale (senza graduatoria). Tutto questo sembra politicamente inoppurtuno e strano, - incalza l'Adic - dato che fra non molto ci saranno le elezioni comunali e Mariagrazia Brandara non sarà più il commissario straordinario che amministra la città di Licata". 

Dirigente tecnico cercansi, ecco il bando per la selezione

"Secondo una definizione ormai largamente diffusa e condivisa, il commissario straordinario dovrebbe essere 'un ufficiale di governo nominato per far fronte a incarichi urgenti o straordinari'. In generale, in effetti, per correttezza politica, i provvedimenti che non abbiano natura di urgenza dovrebbero essere lasciati alla scelta degli organi democraticamente eletti dal popolo - prosegue la nota stampa dell'Adic di Licata - anche perché il costo di questa assunzione graverà le casse comunali di una spesa notevole (si parla di un contratto di tre anni ) da quello che sappiamo il Comune ha problemi economici notevoli. Infatti si è ricorso più volte all'anticipazione di tesoreria. Ecco perché l’urgenza di questa assunzione sembra quantomeno inopportuna. A nostro avviso, questo impegno di spesa che andrà a gravare sulle tasche dei licatesi non spetta ad un commissario che fra qualche mese andrà via, ma spetta all'amministrazione che uscirà fuori dalle prossime elezioni comunali".

L'Adic chiede, ufficialmente, che "venga spiegato ai licatesi il motivo per cui il Comune di Licata necessita con tale urgenza di un dirigente tecnico da assunere per ben tre anni! E sul criterio di nomina del dirigente tecnico con il cosiddetto 'intuitu personae' è il caso di ricordare che il Tar dell’Umbria, con sentenza n. n.192 del 30 aprile 2015, ha ritenuto - conclude il presidente dell'Adic, Antonino Amato - di dover escludere, per gli enti locali, la possibilità di conferire incarichi dirigenziali a tempo determinato sulla base di criteri esclusivamente fiduciari tipo l’intuitu personae.  Per buona parte della giurisprudenza, il corretto conseguimento degli interessi pubblici in gioco, nel rispetto del principio costituzionale di buon andamento, impone criteri rigidi di selezione tali da delimitare la discrezionalità tecnica in sede di valutazione".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assumere un dirigente tecnico? L'Adic: "No al criterio 'intuitu personae'"

AgrigentoNotizie è in caricamento