rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Calcio

La Pro Favara crea ma non concretizza: il derby contro Casteltermini finisce a reti bianche

Al Bruccoleri i gialloblù, privi di Benivegna e Bamba, giocano in proiezione offensiva andando vicini a più riprese al gol ma alla fine devono accontentarsi dello 0-0. Mister Tudisco: "Dispiace per il risultato, volevamo vincere ma resto orgoglioso di questi ragazzi"

Una chiosa agrodolce quella con cui la Pro Favara saluta questo 2021 e il girone d'andata del campionato di Eccellenza. Al Bruccoleri i gialloblù, senza l'infortunato Benivegna e lo squalificato Bamba, creano diverse palle gol ma non riescono ad aprire una breccia nell'organizzato fortino del Casteltermini: il derby si chiude con uno 0-0 che fa felici soprattutto gli ospiti, lanciati verso la corsa per la salvezza.

Tante come detto le occasioni create dalla Pro Favara, soprattutto nella ripresa. In particolare ad andare vicino al gol è il solito Morris Passewe: il fantasista liberiano prima non trova la porta sguarinita da posizione defilata dopo aver bruciato la difesa e il portiere Camilleri e poi prende una gran traversa di testa sugli sviluppi di un corner. Vicino alla rete del vantaggio anche Rinoldo con un tiro d'esterno ben respinto dal portiere granata. Dal canto suo anche il Casteltermini, che ha giocato una partita gagliarda, ha avuto qualche chance, in particolare con Sow, che in area da posizione defilata viene ipnotizzato da Sendin. Il girone d'andata della Pro Favara si chiude dunque a quota 24 punti, nella parte nobile della classifica per quanto a portata di Castellammare, Mazarese e in particolare Enna, che ha cinque partite da recuperare.

Il tecnico gialloblù Francesco Tudisco ha espresso le sue considerazioni sul match elogiando la squadra per il percorso compiuto: "Ci tenevamo a chiudere il 2021 con una vittoria da dedicare al nostro splendido pubblico - ha affermato - ma non ci siamo riusciti.  Nel derby di Agrigento e nel ritorno di coppa Italia a Mazara abbiamo consumato tante energie fisiche e mentali ed oggi ci è mancata lucidità nei momenti decisivi della manovra.  Abbiamo schierato una formazione giovanissima con una età  media di 22 anni. Ma sono orgoglioso del mio gruppo a cui non posso addebitare nulla. Rispetto alle ultime partite oltre al gol sono mancate le tante occasioni che in passato abbiamo costruito. Oggi abbiamo affrontato una squadra che è venuta a fare la sua partita a Favara e in certi momenti ci ha imbrigliati anche ricorrendo ad una tattica ostruzionistica spezzettando il gioco e dunque spegnendo l'intensità della gara. Ma da parte loro ci stava questo atteggiamento fuori casa. Noi non siamo stati costanti nella pressione, siamo andati vicini al gol, ci ha fermati la traversa e abbiamo rischiato solo in 2 occasioni. Scendiamo in campo, in casa e fuori casa sempre per i 3 punti e lo abbiamo dimostrato in ogni partita. Per questo a fine gara tra i miei giocatori c'era amarezza per il risultato. Ma a questi ragazzi devo solo dire grazie per quello che stanno facendo. Anche chi non in perfette condizioni fisiche ha stretto i denti per la maglia. Sanno che giochiamo per la città e per una società che ci sta sempre accanto. Adesso rifiatiamo per la pausa natalizia -ha concluso - prossima settimana fino alla vigilia di Natale e poi fino alla ripresa del campionato con l'Enna ricarichiamo le batterie, facendo i richiami della preparazione atletica e recuperando qualche acciaccato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Pro Favara crea ma non concretizza: il derby contro Casteltermini finisce a reti bianche

AgrigentoNotizie è in caricamento