rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Calcio

Canicattì pronto allo scontro diretto contro la Mazarese, Giachetto: "Servirà tanto agonismo"

Il vice-presidente della società biancorossa esprime le sue considerazioni sul match: "Loro avversario forte con una rosa importante, vogliamo vedere dove possiamo arrivare". Sulla questione stadio: "Siamo amareggiati, non ci sono novità e questo ci condiziona molto"

Prova di maturità per il Canicattì che domani pomeriggio affronterà in trasferta la Mazarese in uno scontro diretto ad alta quota tra le due capoliste che vale la vetta della classifica del girone A di Eccellenza. Alla sfida del Vaccara la compagine di Bonfatto arriverà senza Morana, non inserito tra i convocati.

Il vicepresidente della società biancorossa Faustino Giacchetto ha espresso le sue sensazioni su questo scontro diretto in un’intervista rilasciata a Tele Radio Canicattì: “Domani affrontiamo la prima in classifica assieme a noi - ha affermato - un’altra partita da affrontare con spirito agonistico elevato che ci farà capire se questo Canicattì, che per ora sta giocando così bene può competere fino alla fine per lottare fino alla fine. Scontro al vertice contro una neopromossa, la Mazarese è una squadra ripescata che però sta facendo benissimo e che ha un organico di tutto rispetto con giocatori di esperienza e di categoria superiore. Sarà una sfida difficile da affrontare con la giusta determinazione e il giusto agonismo”.

Giacchetto ha speso parole d’elogio per la sua squadra e le attitudini da essa messe in campo: “Questa è una prerogativa di questa squadra -ha spiegato - una squadra che fa del lavoro e dell’umiltà il suo punto di forza, che combatte pallone su pallone e gioca come gruppo per arrivare al risultato. Umiltà e rispetto per l’avversario sono caratteristiche che non possono mancare per ottenere risultati importanti”.

Il dirigente biancorosso non ha nascosto infine una punta di amarezza per la questione legata allo stadio Bordonaro ancora lontana da una sua risoluzione: “I tifosi al seguito sono una piacevole conferma del fatto che il lavoro della società - ha detto - e i risultati ottenuti dalla squadra e dallo staff coinvolgono gli sportivi canicattinesi. Siamo felici di poter offrire al pubblico uno spettacolo sportivo e avvicinare persone; l’unica recriminazione che abbiamo e che ci portiamo da anni -ha concluso - è il non poter giocare le partite in casa per le note vicende dello stadio che è in attesa di ristrutturazione da anni. Non ci sono notizie confortanti da parte dell’amministrazione e questo ci impedisce di programmare situazioni con prospettive diverse. Per ora giochiamo a Ravanusa ma anche lì ci sono problemi strutturali che impediscono alla società di poter ospitare il pubblico. Il presidente Licata e la società fanno tanti sacrifici per poter supportare una squadra forte che però non viene aiutata: ci sentiamo danneggiati dalla situazione spero si possa risolvere al più presto”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canicattì pronto allo scontro diretto contro la Mazarese, Giachetto: "Servirà tanto agonismo"

AgrigentoNotizie è in caricamento