Sanità, l'allarme di Firetto: "Il San Giovanni di Dio è diventato un enorme ospedale Covid"

L'ex sindaco sollecita la dotazione di strumenti di protezione individuali al personale

L'ospedale San Giovanni di Dio

"Dispositivi di protezione individuale più adeguati per medici e operatori sanitari dei reparti non Covid dell'ospedale di Agrigento. Servirebbero i DPI e le  mascherine FFP2 per tutto il personale. Mi giungono dal San Giovanni di Dio notizie di una situazione molto impegnativa". L'appello è dell'ex sindaco Lillo firetto che aggiunge: "Il personale dei reparti non Covid a quanto mi si dice provvede autonomamente all'acquisto delle mascherine FFP2. I dispositivi di protezione sono destinati al personale in area Covid, ma è necessario proteggere tutti anche negli altri reparti in cui la positività può essere riscontrata anche in pazienti con un primo tampone negativo e pertanto ricoverati".

Secondo Firetto "si sta verificando quel che già a marzo si temeva: che il San Giovanni di Dio potesse diventare un enorme ospedale Covid. La normalità per chi gestisce la sanità ad Agrigento è questo caos accertato in cui ci si consola con il collasso già registrato in altri ospedali siciliani. Gli agrigentini meritano di conoscere la verità".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento