rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Politica Lampedusa e Linosa

Emergenza rifiuti a Lampedusa, l’Usb chiede le dimissioni della maggioranza al Comune

L’Unione sindacale di base, chiede anche lo sblocco del milione di euro della Regione, utile al pagamento delle mensilità arretrate dei lavoratori

Emergenza rifiuti a Lampedusa, i sindacati chiedono le dimissioni della maggioranza al Comune. La richiesta arriva dall’Unione sindacale di base, che in una nota scrive: “Ritenendo inaccettabile il comportamento dell'amministrazione comunale a cui da tempo si consiglia di rescindere ‘l'atto di sottomissione’ per responsabilizzare le ditte rispetto ai loro doveri nei confronti dei lavoratori, chiediamo le dimissioni della maggioranza, la nomina di un commissario per la gestione della nettezza urbana, lo sblocco del milione di euro da parte della Regione, utile al pagamento delle mensilità dei  lavoratori i 4/5 mesi arretrati, la metà della quattordicesima e il Tfr”.

A Lampedusa da tempo ormai è emergenza rifiuti. I netturbini ricevono gli stipendi con ritardi che vanno dai 2 ai 6 mesi. “Questa situazione è stata più volte sottoposta alle autorità di competenza – si legge nella nota –. Sono stati svolti diversi scioperi per tale motivo. Tale ritardo nei pagamenti viene giustificato dalle ditte del raggruppamento Iseda con un ‘atto di sottomissione’ tra le ditte e Comune di Lampedusa e Linosa, un atto che solleva le ditte dal pagare gli operai. Un atto ‘fantasma’ del quale non abbiamo mai letto nulla”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti a Lampedusa, l’Usb chiede le dimissioni della maggioranza al Comune

AgrigentoNotizie è in caricamento