rotate-mobile
Politica

“No alle strisce blu nel parcheggio dell’ospedale”: arrivano le prime reazioni dei consiglieri comunali

Intervento di Gramaglia, Hamel, Bongiovì e Zicari a seguito della notizia del possibile cambio di rotta nella gestione dell’area di sosta. Possibile un incontro con il commissario dell’Asp

Il gruppo consiliare Liberi e solidali, composto da Nello Hamel, Roberta Zicari e Alessia Bongiovì, assume una netta posizione contraria sulle strisce blu nel parcheggio dell’ospedale “San Giovanni di Dio”.

Devi andare in ospedale? Bisogna pagare il parcheggio: sarà affidato ai privati

“Non siamo assolutamente convinti di questa scelta - dicono in una nota - dato che l’ospedale è ubicato in una zona periferica della città e quindi solamente chi ha bisogno di cure va a parcheggiare lì: perché fare cassa sulle spalle dei malati? Non riteniamo giusto mettere ostacoli all’accesso alla sanità che in questo Paese è ancora pubblica. La sanità deve essere efficiente e alla portata di tutti. Possono essere poste delle videocamere per garantire la sicurezza dell’area ma il parcheggio deve restare pubblico e gratuito. Chiederemo un incontro al commissario dell’Asp Mario Zappia per far sentire la nostra voce”.

Sulla questione è intervenuto anche il consigliere comunale Simone Gramaglia: "Gli stalli saranno gratuiti per il personale, a pagamento per i visitatori. Gramaglia afferma: "La Direzione dell'ospedale di Agrigento dovrebbe adoperarsi a migliorare le condizioni di accoglienza dei pazienti agrigentini, e garantire un servizio ospedaliero dignitoso e non vergognoso come appena emerso anche sugli schermi nazionali a 'Carta Bianca' su Rai 3. Se davvero la direzione dell’Azienda sanitaria dovesse imporre il pagamento dei parcheggi in ospedale, allora si tratterebbe della decisione di arricchire un privato a spese dei cittadini vessati da servizi sanitari indegni e costosi.  Imporre agli utenti dell'ospedale di pagare il ticket (o meglio 'il pizzo') ad un privato per parcheggiare, risponde oggettivamente solo ad un fine: arricchire un privato, che è in tal caso alla stessa stregua di un parcheggiatore abusivo, trattandosi di un’area pubblica di carattere sanitario.

Ravvisare altre finalità o utilità è solo un arrampicarsi sugli specchi e sputare sull'intelligenza dei cittadini. Il Codice della Strada impone che i parcheggi a pagamento nelle aree pubbliche, quindi anche negli ospedali pubblici, debbano essere istituiti dal sindaco dietro delibera di giunta. Ebbene, non risulta alcuna delibera di giunta. E allora come potrebbe la Direzione dell'Azienda sanitaria lanciarsi alla ricerca di un privato a cui garantire un profitto ingiusto sulla pelle dei cittadini. Anche il sindaco Miccichè dovrebbe subito intervenire a fronte di tale presunta scellerata iniziativa. Si attendono riscontri". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“No alle strisce blu nel parcheggio dell’ospedale”: arrivano le prime reazioni dei consiglieri comunali

AgrigentoNotizie è in caricamento